Nokia torna alla carica con Nokia 6

Nokia 6

Probabilmente i millenial non sapranno cosa sia, ma Nokia era la regina mondiale della telefonia agli inizi del secolo. Prima che Apple e poi Google le facessero le scarpe. Il brand fu comprato da Microsoft che si pappò i suoi Lumia e poi l’abbandonò dopo non essere riuscita a conquistare quote di mercato.

Ora Nokia torna dopo una cordata di ex dipendenti, che hanno rilevato il brand fondando la società finlandese HMD Global. Lo sforzo di questi anni è il Nokia 6: uno smartphone che tra l’altro usa Android. A quanto pare l’azienda non aveva il capitale necessario per creare un nuovo sistema operativo.

Si tratta di un telefono di fascia bassa. La strategia dell’azienda è abbastanza chiara: fare causa ai colossi della telefonia per conquistare capitali e vendere telefoni in Cina. In questo modo i fondi dall’Europa e negli USA arriveranno dalle cause legali, mentre in Cina potrà focalizzarsi su un mercato con un potenziale di 1 miliardo di clienti.

Il Nokia 6 ha uno schermo da 5,5” con poca cornice. La risoluzione è di 1920 x 1080 pixel. All’interno c’è un processore Qualcomm Snapdragon 430, 4 GB di RAM, 64 GB di memoria espandibile, dual SIM, doppia fotocamera (16 mp sul retro e 8 mp davanti).

Grande 154 x 75,8 x 7,8 mm, il Nokia 6 non si fa mancare il jack per le cuffie e il sensore di impronte digitali. Il Cina il prezzo è di 1.699 yuan, pari a circa 230 euro.