Phil Schiller: avremo altri 50 anni di iPhone

Phil Schiller

Ieri l’iPhone ha festeggiato i 10 anni dalla nascita. Per l’occasione molte persone che hanno lavorato al progetto hanno espresso il loro commento sulla commemorazione. Fadell ha raccontato di come una volta perse il prototipo in un aereo, poi ritrovato da una squadra. Schiller, invece, ha raccontato alcune cose per il marketing.

Per esempio fu suggerito a Steve Jobs di consentire a terzi di installare delle app, ma l’iPhone EDGE non aveva abbastanza potenza. Jobs sapeva che il telefono non poteva supportare altre app, se non quelle disegnate e ottimizzate da Apple. Così l’iPhone nacque come sistema chiuso. Solo in seguito si ebbero i processori adatti per far girare le altre app.

Schiller racconta a Steven Levy della convinzione di Steve Jobs che l’iPhone fosse 5 anni avanti gli altri telefoni. In effetti guardando i modelli in vendita in quegli anni, il telefono di Apple aveva il multitouch, poteva controllare la posta elettronica, aveva YouTube, le mappe e tante altre caratteristiche.

Il meglio deve ancora arrivare” dice Tim Cook. Schiller ha dichiarato di essere convinto che ci saranno altri 50 anni di iPhone. Tra 50 anni le persone si guaderanno indietro e scopriranno i tanti progressi fatti dalla tecnologia in questo settore.