Greenpeace premia Apple con il grado A

Greenpeace 2017

Sono lontani i tempi in cui Greenpeace bastonava Apple con voti negativi e i suoi attivisti organizzavano manifestazioni di protesta. La società di Cupertino ha fatto sua la lotta contro l’inquinamento, tanto da aver attivato delle politiche molto valide per ridurre il CO2, alimentare gli edifici con energia pulita e riciclare i prodotti usati.

Queste politiche, gestite da Lisa Jackson, hanno portato i loro risultati positivi. Infatti quest’anno Greenpeace ha promosso Apple a pieni voti, dandole il grado A per il rispetto dell’ecologia. La società ha raggiunto l’83% nell’indice di energia pulita, il 4% nell’uso di gas naturale, il 5% nell’uso di carbone e il 5% nell’uso del nucleare.

Apple ha ottenuto il grado A per la trasparenza nell’uso delle fonti energetiche, il regolamento nell’uso di fonti rinnovabili, l’efficienza energetica e gli appalti rinnovabili. Ha ottenuto un grado B per il patrocinio di iniziative a sostegno dell’ecologia.

Tra le altre aziende premiate con il grado A ci sono Facebook e Google. Il grado F, invece, è stato attribuito a Baidu, Tencent, LG e KT. Samsung ha collezionato una D, mentre Microsoft una B.