Le differenze tra 1Password e iCloud Keychain

1Password

I nostri account on line sono delle vere e proprie miniere di informazioni. Quando sono sotto il nostro controllo allora va tutto bene, ma se qualcuno si insinua nei loro meandri a caccia di gemme allora la cosa non funziona più. Accade anche nei luoghi fisici: basti pensare alle nostre abitazioni protette dalle porte.

Le porte e i lucchetti dei nostri luoghi on line si chiamano password. E mentre attendiamo l’integrazione del Touch ID in tutti i dispositivi di Apple, per accedere con la nostra orma digitale e dimenticare le password per sempre, dobbiamo trovate un modo per gestire i dati di accesso ai servizi.

La soluzione ideale è avere una password alfanumerica, che fa uso di lettere maiuscole e minuscole, senza un senso compiuto. Sono molto difficili da scovare e superare. Se inserite il classico 123456 o la data di nascita state certi che prova oggi e prova domani qualcuno la indovina ed entra.

Un passo ulteriore sarebbe avere una password lunga e difficile sempre diversa per ogni tipo di servizio on line. Ovviamente tutto questo è difficile da gestire. Dovreste creare un file Excel con nome servizio e password, ma se qualcuno lo recupera per voi è letteralmente finita. Per gestirle si possono usare anche delle applicazioni.

Apple ha introdotto di base, con OS X Mavericks e iOS 7, iCloud Keychain. Un sistema di archiviazione delle password che utilizza Safari. In pratica quando entrate in un campo dove inserire i dati di login, iCloud Keychain vi dice che ha già quei dati in memoria e vi chiede di ricorrere al completamento automatico dei dati. Volendo, in caso di nuova iscrizione, si chiede di generare per voi una password difficile e memorizzarla.

È un suggerimento molto valido e vi invito tutti a seguirlo. Ma ci sono dei limiti: il servizio funziona solo su Safari e si limita a password, identità personale e numeri di carta di credito. È anche un servizio gratis, quindi tutto sommato è molto buono.

Se avete qualche euro da investire c’è anche 1Password di AgileBits. Questa società, che ha un’esperienza decennale, ha un’app per OS X, una per Windows e una per iOS. Le app per computer hanno le estensioni per tutti i browser più importanti, quindi se non usate Safari potete ricorrervi senza problemi.

1Password protegge tutto da una password Master. È l’unica che dovrete ricordarvi e vi suggerisco di renderla lunga e difficile. Una volta memorizzata potrete archiviare una password diversa per ogni servizio. Di base il software integra anche uno strumento per generarle in automatico. Grazie al supporto di iCloud e Dropbox, potrete avere la sincronizzazione in tutti i vostri dispositivi, così se inserite la password per un servizio l’avrete sempre con voi ovunque.

Rispetto iCloud Keychain ha molte funzioni utili. Potrete generare una cassaforte di password per un determinato progetto, lavoro, gruppo di amici o parenti. Così ogni membro di questi gruppi avranno accesso a quei servizi inserendo la loro Master password, con la possibilità di pescare per password difficili che avete generato solo per quegli ambiti.

Oltre alla possibilità di poter pescare in automatico i dati delle carte di credito, c’è anche la sezione per i conti correnti. Inoltre ci sono le sezioni per inserire note private, i dati di accesso al WiFi, il codice fiscale, la patente, la raccolta punti e così via. Dovete permettere ad un amico di accedere al vostro WiFi? Basta andare sull’apposita voce e condividere solo quel dato inviandolo per email.

In futuro sarà integrato anche il supporto al Touch ID e l’integrazione di base in Safari per iOS. In questo modo quando dovrete accedere ad un servizio basterà appoggiare l’orma digitale sul pulsante Home per consentire ad 1Password di pescare la password dall’archivio e inserirla. Spero anche che arrivi la possibilità di proteggere file, documenti, foto e video con le password.

In altre parole con 1Password l’unica password che dovrete ricordare è la Master password. Tutte le altre password potranno essere complicate e difficilissime, perché non dovrete ricordarle. Le funzioni integrate nell’app consentono di proteggerle al meglio, per esempio stabilendo un tempo massimo di archiviazione quando le copiate per incollarle in un form, oppure la protezione automatica dell’app quando uscite.

1Password per OS X si scarica nel Mac App Store per 44,99 € e pesa 34,8 MB, mentre la versione per iOS costa 15,99 € e pesa 14,9 MB. Attualmente sono soldi ben spesi considerando il grado di protezione e l’esperienza utente. iCloud Keychain è migliore? Al momento, ma in futuro chissà.

6 Comments

Cosa ne pensi?