Smart Connector, il nuovo connettore magnetico di Apple

Smart Connector

In che modo ci si può collegare ad un dispositivo di Apple? Se il dispositivo fosse chiuso alle comunicazioni esterne sarebbe pressoché inutile. Invece, grazie a dei canali, gli iPad, iPhone e altri dispositivi possono fare entrare informazioni e farle uscire.

Per esempio per i dati si possono usare le reti WiFi, LTE e bluetooth, mentre per gli accessori si può usare un connettore Lightning, che ha sostituito di fatto il vecchio connettore da 30 pin. Questo genere di ingressi è di tipo hardware, quindi necessitano dell’integrazione nel design del dispositivo.

Ma c’è un’altra tecnologia disponibile adesso: lo Smart Connector. Apple ha abbracciato un nuovo ingresso senza tanto dare fiato alle trombe. Questo attacco magnetico, che ricorda la tecnologia dietro la base magnetica dell’Apple Watch, è utilizzato al momento solo negli iPad Pro.

Visto che la società ha creato una tastiera, le Smart Keyboard, ha deciso di realizzare una nuova tecnologia. La comunicazione bluetooth, utilizzata da tastiere concorrenti, non consente di alimentare l’accessorio.

La Smart Keyboard, invece, ha una superficie formata da tre strati. La parte centrale è conduttiva e permette di alimentare la tastiera senza dover ricaricare delle batterie. Questo consente la realizzazione di una tastiera esterna molto sottile.

L’attacco Smart Connector è su un lato non servito dalla porta Lightning. Questo è uno dei motivi che ha spinto Apple a realizzarla. Se la porta Lightning fosse stata di lato al tablet, probabilmente bastava realizzare una tastiera con questo attacco.

Ora ci si chiede se la Smart Connector non possa, in realtà, prendere il posto della porta Lightning. Che senso ha avere una porta del genere se si può usare una versione magnetica? Si avrebbe il beneficio del sistema Mag Safe, vale a dire strattonare il cavo senza trascinare il dispositivo, alimentando la batteria nello stesso tempo.

La porta Lightning sarà dismessa tra qualche anno? Questa è un’ipotesi da non sottovalutare, soprattutto con l’aumento dell’interesse di Apple nelle tecnologie ad induzione. In un anno abbiamo visto già due sistemi in commercio, l’attacco dell’Apple Watch e lo Smart Connector. Se le due tecnologie consentiranno di ricaricare le batterie velocemente potrebbero prendere il posto del connettore attuale.

One Comment

  1. Mentre guardavo il Keynote in diretta e ho visto la nuova connessione ho subito pensato che avessero mandato in pensione la presa lighting a favore di una cosa magnetica/induzione. Infine, quando hanno rivelato l’Apple Pencil ho subito immaginato sfruttassero questa nuova porta. Peccato che così non si sia rivelato…

Cosa ne pensi?