Anchor

Ci sono social network di successo basati sulle immagini, altri basati sui video e altri sul testo. Ma sulla voce? Anchor cerca di colmare questa sorta di vuoto, creando un social network dove l’audio diventa l’elemento essenziale di condivisione.

In pratica aprendo un proprio canale si ottiene qualcosa che assomiglia ad un podcast, o ad una trasmissione radio. All’interno di ogni intervento si può parlare al telefono registrando audio nel proprio intervento, inserire musica di sottofondo grazie all’integrazione di Apple Music e Spotify e aggiungere rumori.

L’app consente anche (ma solo negli USA) di telefonare ad un contatto e registrare la conversazione da usare, poi, come intervista telefonica nel proprio canale. Il lato social della cosa sta nel fatto che i follower possono rispondere con i loro commenti, ovviamente audio.

Anchor pesa 82 MB, funziona solo su iPhone e si scarica gratuitamente dall’App Store. Nell’app si possono ascoltare i canali degli altri suddivisi per categorie, oppure crearne uno proprio.

Leave a comment

Cosa ne pensi?