iOS 12 beta 4: tutti gli accessori Lightning richiederanno il codice

Lightning Dock

È corsa contro il bug tra Apple e gli hacker. Riassumendo il tutto velocemente possiamo risalire alla scatoletta di GrayKey di Grayshift. Questa, collegando l’iPhone fisicamente mediante la porta Lightning, riusciva ad applicare un attacco di brute force per tentare di indovinare la password di sblocco.

Apple aveva applicato un blocco con il codice dopo 7 giorni di inutilizzo dell’iPhone. In pratica l’attacco poteva essere applicato in questa settimana, dopodiché diventava inapplicabile. Gli hacker, successivamente, avevano scoperto che bastava passare per un accessorio Lightning di Apple per evitare il blocco di 7 giorni.

L’ultima risposta di Apple è arrivata con la beta 4 di iOS 12 rilasciata ieri. La società ha deciso di richiedere la password di iOS per qualsiasi accessorio collegato alla porta Lightning. Anche per i suoi originali.

In pratica ora l’attacco di brute force è inapplicabile. Almeno al momento. Almeno fino a quando gli hacker non troveranno un altro sistema.

Cosa ne pensi?