Recensione del Choetech T536-S, il supporto da auto con carica ad induzione

Confezione

Torniamo nel settore della carica ad induzione e dei caricabatterie. Mentre la volta scorsa vi ho indicato la mia prova della base di ricarica di Chaetech, che ha ben 5 bobine al suo interno per ricaricare 2 smartphone contemporaneamente, ora ci spostiamo ad un’accessorio per automobili.

Il Choetech T536-S è una base di appoggio da auto. Si attacca al bocchettone dell’aria e consente di tenere saldo lo smartphone sulla plancia, ma solo in posizione verticale. Questo permette di usare il dispositivo con il navigatore satellitare, per gestire la musica in auto e altro.

La confezione è molto semplice in cartone leggero. All’interno si trova:

  • La base di ricarica.
  • Un cavo microUSB.
  • Breve manuale di istruzioni.

La base oltre a mantenere fermo lo smartphone lo ricarica mediante la tecnologia ad induzione. Per usarlo in questa modalità basta collegare il cavo ad un caricabatterie da inserire nell’accendisigari (non presente nella confezione), oppure in una porta USB se la vostra auto ne è munita.

Ogni qual volta si appoggia lo smartphone nella base, quindi, questo sarà automaticamente caricato. Utile se non avete abbastanza autonomia o per i viaggi lunghi dove il navigatore satellitare consuma molta energia.

La base riesce ad accogliere smartphone della larghezza massima di 87 mm, inoltre questi potranno essere spessi 12 mm. È possibile aggiungere anche 4 mm di custodia. Il dispositivo abbraccia automaticamente lo smartphone con gli inserti rivestiti in silicone.

La forza di gravità, infatti, scarica il peso del dispositivo su una leva che chiude i fermi laterali. Alzando il telefono si rilascerà la leva liberandolo dall’abbraccio dei fermi laterali. Ed è questo il motivo per cui non può essere usato in orizzontale.

La base di carica ad induzione ricarica fino a 10 watt. Negli iPhone, quindi, arriva a 7,5 watt che è la potenza massima attuale. Supporta anche la tecnologia Quick Charge 3.0 per gli smartphone che la utilizzano. Un chip contro i surriscaldamenti e cortocircuiti spegne la carica in caso di emergenza.

Da una mia prova, in un viaggio di 30 minuti, il dispositivo ha ricaricato l’iPhone XR del 14% passando dal 34% al 48%. Quindi in quell’arco di tempo non solo il dispositivo non si è scaricato, ma ha anche visto un aumento della percentuale della batteria.

Il morsetto sul retro è a molla. Bisogna premere su un pulsante per allargarlo e fermarlo su uno degli inserti delle uscite dell’aria dell’auto. È abbastanza solido. Molto meglio delle classiche strutture che funzionano semplicemente ad incastro.

L’unico difetto del Choetech T536-S è che non può essere usato in orizzontale. Avrebbe fatto comodo avere anche un caricabatterie incluso nella confezione. Questi va comprato a parte. L’utilizzo è molto comodo anche solo per appoggiare lo smartphone. Il fatto che può essere ricaricato è un plus molto utile per non rimanere senza carica durante la giornata.

Il dispositivo si vende nel sito del produttore per 23,76 euro. Fino alla fine di questo mese, però, usando il codice CAR536IP lo si compra per 17,76 euro.

One Comment

  1. peccato che avendo in auto CarPlay questi caricabatterie non possono essere utilizzati a meno di non voler dare doppia carica agli iPhone…

Cosa ne pensi?