Arrivano ottime e ricche notizie dal secondo trimestre fiscale di Apple. La società di Cupertino registra una crescita tipica di una startup. Il fatturato della società cresce del 53,6% passando da 58,3 miliardi dello stesso trimestre del 2020 a 89,58 mld di $ di quest’anno.

Gli utili raddoppiano, passando da 11,25 mld di $ a 23,63 mld di $ (+100%). L’utile diluito per azione passa dai precedenti 0,64$ a 1,40$. Ma veniamo al fatturato per prodotto:

  • iPhone 47,94 mld $ (+65,5%)
  • iPad 7,8 mld $ (+78,5%)
  • Mac 9,1 mld $ (+71,7%)
  • Indossabili e accessori 7,84 mld $ (+24,8%)
  • Servizi 16,9 mld $ (+26,6%)

Per quanto riguarda la crescita per aree geografiche, invece:

  • Americhe 34,3 mld $ (+34,7%)
  • Europa 22,26 mld $ (+55,8%)
  • Cina 17,7 mld $ (+87,3%)
  • Giappone 7,74 mld $ (+48,8%)
  • Asia 7,5 mld $ (+94,3%)

In pratica per Apple tutti i freni dovuti dalla pandemia sono stati superati brillantemente, con una crescita senza precedenti per un’azienda di queste dimensioni.

Gli investimenti in ricerca e sviluppo nel trimestre passano dai precedenti 4,56 mld a 5,25 mld di $. Il tesoretto della società passa da 323 mld del trimestre precedente agli attuali 337 mld.

Aumenta il debito obbligazionario da 98,7 mld a 108,6 mld.

La società distribuirà 23 miliardi di $ sotto forma di dividendi (0,22$ ad azione), mentre il programma di riacquisto azioni proprie viene incrementato a 90 miliardi di $.

Leave a comment

Cosa ne pensi?