iPadOS 16
iPadOS 16

Nell’ultimo evento di Apple, iPadOS 16 è stato presentato per ultimo. Questo per una serie di motivi. Tra questo l’aver ereditato molte funzioni già presenti nei sistemi operativi come iOS 16 e macOS Ventura.

Tra queste novità in comune abbiamo la libreria condivisa su iCloud, le novità nell’app Mail come l’invio differito e il ricordamelo dopo, i gruppi condivisi di tab in Safari, Passkeys e altro.

Vediamo quindi quali sono le novità dedicate a questa nuova versione.

Nuovi strumenti di condivisione

Apple ha immaginato gli iPad come ottimi strumenti di lavoro e per lo studio. Quindi ha deciso di migliorare questo aspetto mediante dei nuovi strumenti di condivisione.

Anzichè creare un file e condividerlo con gli altri, operazione che in pratica generava una copia del file sul quale stavamo lavorando per inserirlo su iCloud, ora in File, Keynote, Number, Page, Note, Promemoria e Safari (e tutte le app che aggiungeranno le apposite API) sarà possibile condividere il documento con un link.

L’utente deve quindi generare un link di condivisione direttamente nell’app e inviarlo a chi vuole che vi lavori. Questi, se usano i software di Apple, potranno accedere e lavorare sui documenti in tempo reale.

Funzioni che vengono arricchite con SharePlay e FaceTime, per richiamare i team in tempo reale. Funzionalità che aiuteranno sicuramente i momenti di lavoro da remoto.

Freeform

Freeform
Freeform

Chi conosce la lavagna condivisa di Miro sa bene di cosa stiamo parlando. Questo sistema è stato riproposto da Apple con il nome Freeform. Questa è una lavagna condivisa in tempo reale dove il team può appuntare varie cose, come:

  • Note
  • Documenti
  • Disegni
  • Foto
  • Video
  • Post-it

E molto altro. Il team può anche lavorare insieme per fare brain storming oppure tracciare insieme il lavoro a distanza.

Stage Manager

Stage Manager per la gestione delle finestre multiple in iPadOS 16
Stage Manager per la gestione delle finestre multiple in iPadOS 16

Una delle funzioni più richieste e di cui abbiamo atteso l’arrivo per anni è la gestione delle finestre sovrapposte. La buona notizia è che ora questa funzione è presente con il nome Stage Manager. La cattiva è che bisogna avere un iPad con processore M1.

Stage Manager permette di avere più gruppi di finestre sull’iPad, modificarne la grandezza e mandare su uno schermo esterno con una risoluzione di 6K.

Stage Manager su un iPad con uno schermo esterno condiviso
Stage Manager su un iPad con uno schermo esterno condiviso

Come avviene in macOS Ventura, in Stage Manager è possibile gestire questi gruppi di finestre mediante delle raccolte che si pongono sulla sinistra dello schermo, per gestirle velocemente.

Altre funzionalità di iPadOS 16

Tra le altre funzionalità principali del nuovo sistema operativo per iPad troviamo:

  • Un’app Meteo dedicata
  • La dettatura che può essere usata contemporaneamente all’uso della tastiera e a Scribble con l’Apple Pencil
  • Siri pronto all’uso al download delle app con i Comandi
  • La nuova app Casa con i gruppi e il supporto di Matter
  • Nuove app native potenziate, tra cui molte nuove funzioni con l’app File
  • La customizzazione della toolbar delle app per inserire i pulsanti che ci servono
  • Nuovi filtri per Note e miglioramento del riconoscimento del testo scritto a mano
  • Handoff per FaceTime: è possibile iniziare una chiamata da un Mac e passarla sull’iPad in tempo reale
  • GameCenter migliorato con una nuova dashboard e nuovi strumenti di organizzazione di partite condivise.

Disponibilità e compatibilità

iPadOS 16 è disponibile in versione beta da subito. Per i beta pubblici da luglio e per tutti dal prossimo autunno.

La compatibilità è disponibile con:

  • iPad di 5° generazione e seguenti
  • iPad mini di 5° generazione e seguenti
  • iPad Air di 3° generazione e seguenti
  • Tutti gli iPad Pro

Vi ricordo che alcune funzioni, come Stage Manager, richiedono un iPad munito di processore M1.

Lascia un commento

Cosa ne pensi?