Apple xrOS
Il futuro casco VR di Apple, svelate alcune caratteristiche 2

Il mondo della tecnologia è in continua evoluzione e non sorprende che Apple abbia messo gli occhi sul futuro della mixed reality. L’anno scorso, un’indiscrezione di Bloomberg ha dichiarato la nascita un nuovo progetto chiamato Apple xrOS: un sistema operativo per la realtà aumentata e virtuale che sarà utilizzato per alimentare il futuro VR.

In questo post daremo un’occhiata ad alcune delle potenziali caratteristiche del casco VR di Apple e a cosa potrebbero servire le AirPods per la realtà mista.

Introduzione al casco VR di Apple

L’ingresso di Apple nel mondo della realtà virtuale non è una sorpresa. Il gigante tecnologico si sta muovendo in questo settore da anni e il futuro del casco per la realtà virtuale di Apple sta iniziando a delinearsi. Apple xrOS è il sistema operativo che alimenterà il casco VR dell’azienda e che è destinato a rivoluzionare il modo in cui interagiamo con il mondo digitale.

Apple ha mantenuto il riserbo sui dettagli, ma iniziano a emergere alcune caratteristiche, come quelle raccolte da The Information.

Che cos’è Apple xrOS?

Apple xrOS è il nome del sistema operativo che alimenterà il prossimo casco per la realtà virtuale dell’azienda. Si tratta di una piattaforma incentrata sulla creazione di un’esperienza immersiva e interattiva che combina realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR).

Fornirà inoltre agli sviluppatori gli strumenti e le risorse necessarie per creare esperienze avvincenti e coinvolgenti per gli utenti. Il sistema operativo dovrebbe essere alimentato dal chip M2, lo stesso presente nell’ultimo iPad Pro. Questo chip è stato progettato per offrire prestazioni potenti e bassi consumi, rendendolo ideale per le applicazioni VR.

Si prevede inoltre che sia abbinato a un display ad alta risoluzione in microLED 4K e a un’ottica avanzata, in modo che gli utenti possano godere di un’esperienza realistica e coinvolgente.

Potenziali caratteristiche del casco VR di Apple

Le caratteristiche esatte del casco VR di Apple non sono ancora state rese note, ma sono state rivelate alcune caratteristiche potenziali. Vediamole:

  • La batteria sarà rimovibile e la carica richiede 2 ore. Questa scelta è stata presa non tanto per questioni ecologiche, anche se torna comodo, ma perché il dispositivo ha un’autonomia limitata e gli utenti potrebbero trovare utile cambiare batteria per avere più autonomia.
  • La carica avverrà con un cavo magnetico come il MagSafe.
  • Il case usa alluminio, vetro e fibra di carbonio.
  • Le fotocamere sono nascoste nel design per non rovinare l’estetica.
  • C’è la corona digitale come nelle AirPods Pro Max. In questo caso servirà a passare velocemente dal mondo reale al mondo virtuale.
  • Ci saranno due tipi di fascia: una per gli sviluppatori e l’altra per i clienti finali. Quest’ultima dovrebbe avere degli speaker integrati.
  • Ci saranno delle lenti magnetiche applicabili per chi soffre di disturbi visivi come la miopia.
  • Un sistema di calibrazione automatico permette di regolare le lenti per avere sempre la visuale più ampia, in base al movimento degli occhi.
  • La visuale sarà di 120°, molto più dei dispositivi Meta che si fermano a 106°.
  • Il chip H2 a bassa latenza permetterà di associare velocemente le AirPods Pro.
  • I chip saranno 2 e con architettura a 5 nm.
  • Un chip dedicato ISP si occuperà di allineare le immagini virtuali al mondo reale.
  • Ci sarà la possibilità di vedere le app attuali di iOS come su uno schermo presente nella realtà virtuale.

Conclusione

Ricapitolando, il casco VR di Apple sembra essere un dispositivo molto interessante e innovativo. Alimentato dal sistema operativo Apple xrOS, che combina realtà aumentata e virtuale, il casco promette di offrire agli utenti un’esperienza immersiva e interattiva.

Le caratteristiche annunciate finora, come la batteria rimovibile, il display ad alta risoluzione in microLED 4K e l’ottica avanzata, sembrano promettere un’esperienza realistica e coinvolgente. Tuttavia, è importante notare che molte di queste informazioni sono ancora indiscrezioni e non sono state confermate ufficialmente da Apple.

Inoltre, non ci sono ancora informazioni sulla data di lancio o sul prezzo del casco VR. Nonostante ciò, l’interesse per il dispositivo è alto e molti utenti sono impazienti di saperne di più.

Se le caratteristiche del casco VR di Apple saranno confermate e se il dispositivo sarà un successo, potrebbe rappresentare una svolta importante per il settore della realtà virtuale.

Aggiornamento 29/01/23

Bloomberg ha pubblicato altre informazioni relative a Reality Pro: il casco per la mixed reality che dovremmo vedere quest’anno. Per esempio ci sarebbe l’uso delle gestire con le mani mediante una fotocamera esterna al casco.

Il movimento sarebbe quello del pinch-to-move, cioè pizzicare qualcosa e muoverlo. Con la realtà aumentata sarà possibile ancorare elementi agli oggetti reali che ci circondano.

La società avrebbe anche integrato app come FaceTime, per gestire le chiamate nella realtà aumentata e avere un’interazione più immersiva con le persone. Ci sarebbero inoltre tante app come Safari, Foto, Mail, Messaggi, Apple Music, il calendario, i Podcast e anche Apple TV+.

Leave a comment

Cosa ne pensi?