Recensione del libro Io credo alle sirene di Andrea Fontana

Io credo alle sireneSi parla molto ultimamente di fake news: di notizie false, ma che appaiono vere. Notizie che possono trarre in inganno tutti e che fanno credere alle persone cose false. Dai 30 € dati ogni giorno delle mani di ogni immigrato (soldi che in realtà vanno ai centri che li ospitano), fino all’esistenza delle sirene nel mare.

Ed è proprio quest’ultimo esempio che dà il titolo al libro “Io credo alle sirene – come vivere (e bene!) in un mare di Fake News”, edito da Hoepli. Il libro è stato scritto da Andrea Fontana – sociologo, professore di “storytelling e narrazione d’impresa” all’Università degli Studi di Pavia e amministratore delegato di Gruppo StoryFactory.

L’autore analizza il fenomeno delle fake news dal punto di vista sociale. Perché crediamo alle notizie false? Perché non è un fenomeno che riguarda solo persone ignoranti o pigre? Tutti possono credere ad una falsa notizia, per alcuni fenomeni creativi che ci portiamo dietro da bambini.

Fontana pone come esempio i comportamenti di una bambina di 4 anni e si accorge come molti fenomeni usati per credere nelle storie, per giocare e divertirsi, sono imitati dagli adulti semplicemente per credere nelle false notizie.

Io credo alle sirene” è la prima parte di un’analisi che si concluderà con un secondo libro in arrivo a breve. Il libro è scritto in modo molto semplice, privo di tecnicismi complicati. Pone di fronte dei motivi di riflessioni per un fenomeno che, probabilmente, non terminerà mai se non poniamo noi stessi e le generazioni future verso la comprensione dei meccanismi e degli strumenti per smascherare a volo le fake news.

Io credo alle sirene è disponibile solo in formato ebook. Il libro costa 3,99 € e si compra su Amazon o su iBooks Store.