Apple starebbe bloccando i servizi VPN che bloccano le pubblicità

AD Block

Vi ho parlato diverse volte dei servizi VPN in occasioni di promozioni interessanti. Questi servizi consentono di filtrare il traffico internet attraverso dei server sparsi per il mondo. Inoltre evitano i blocchi dell’accesso ai contenuti applicati dalle nazioni, nascondono la navigazione, cifrano lo scambio di dati e bloccano le pubblicità.

Quest’ultimo aspetto sembrerebbe finito sotto il mirino di Apple. In base a ciò che riporta Future Mind, un servizio VPN, Apple gli ha bloccato l’accesso all’App Store per un’app dedicata ad iOS proprio per l’ad blocker integrato.

L’azienda è stata contattata da un membro del team di approvazione delle app, che ha spiegato i cambiamenti riguardanti i certificati VPN che integrano i blocchi delle pubblicità. Gli unici ad blocker accettati, ha dichiarato, sono quelli che funzionano con Safari.

Quindi i servizi VPN dovrebbero disabilitare il filtraggio delle pubblicità, pena l’impossibilità di fornire l’app per iOS. Attualmente non sappiamo se Apple se la prenderà anche con le app già approvate. Probabilmente finiranno sotto la mannaia negli aggiornamenti futuri.