I segreti dietro le carte di ricarica di iTunes

iTunes Card

Ormai sono utilizzate poche. Le iTunes Card fisiche sono state sostituite da qualche tempo dalla versione virtuale, oltre all’affiancamento di altre forme di pagamenti, come l’uso del credito telefonico o l’uso di PayPal.

Negli Apple Store, però, sono ancora in vendita. Qualche tempo fa Apple attivò una tecnologia per velocizzare la ricarica. Siccome l’iTunes Card ha un codice, utilizzando la fotocamera dello smartphone o quella del Mac si può carpire il codice senza doverlo digitare manualmente.

La Equinux, che offre gadget tecnologici, ha utilizzato una sorta di ingegnerizzazione inversa per comprendere il funzionamento di questo sistema e ha scoperto alcune cose. Per esempio l’uso di un font particolare, realizzato da Apple, per distanziare lettere e numeri e farle comprendere meglio alla fotocamera.

Il font non si trova in giro e ha caratteristiche molto speciali. Per esempio nel numero 8 il tondino di sotto è più grande di quello di sopra, inoltre gli angoli delle lettere rispondono a requisiti specifici.

Ma quindi si può creare il codice personalizzato da integrare nei propri prodotti? Magari da usare per consentire all’utente di registrare un prodotto o un servizio. Equinux ha realizzato un template che risponde alle specifiche usate da Apple.

Utilizzandolo si può creare un box da integrare su card e confezioni.