L’iPhone X supera il MacBook Pro in potenza

iPhone X benchmark

Una delle scene più significative del Keynote per il lancio dei nuovi iPhone, è stata sicuramente quella in cui Craig Federighi mostrava il funzionamento di Animoji con l’emoji della cacca. Durante la demo Federighi ha detto:

Se ti stessi per caso chiedendo cosa avrebbe fatto l’umanità dopo aver accesso al sistema di tracciamento facciale più avanzato del mondo, ora conosci la risposta.

Riferendosi all’uso di una potenza così avanzata per un giochino così stupido. Ed in effetti non dobbiamo stupirci del fatto che nel nostro iPhone ci sia una potenza di calcolo enorme. I nuovi processori, come il recente A11 Bionic, offre performance superiori anche al MacBook Pro di quest’anno.

In rete, infatti, sono apparsi i dati di benchmark del nuovo iPhone X. Utilizzando Geekbench sono stati registrati 4061 punti nel core singolo e 9959 punti nel multi core. Per comprendere quanto è elevato questo dato basti pensare che il recente Samsung Galaxy S8 ha totalizzato 2024 punti in single core e 6279 punti in multi core.

Il MacBook Pro del 2017 ha totalizzato 4036 punti in single core e 8869 punti in multi core. In pratica possiamo avere in tasca un dispositivo più potente di un computer in grado di gestire app complesse. Ora come utilizzeremo tutta questa potenza?