Ormai è risaputo che l’iPod è un player musicale che è venduto molto, non solo per le sue caratteristiche hardware e software, ma anche perchè va di moda, fa tendenza e tutto ciò che fa tendenza fa parlare di se.

Il passaparola è la forma pubblicitaria più potente del mondo, è come un enorme faro che illumina le menti dei consumatori e, soprattutto, quelle dei venditori.

Molte società hanno fiutato l’affare iPod. C’è chi ha provato a trarre denaro dalle cause per presunti brevetti violati, chi ha tentato di copiare il design del player di Apple e chi ha contribuito ad aumentarne la fama. Queste ultime sono quelle più premiate dal mercato, perchè anzichè distruggere, edificano.

Società come Belkin, Kensington e Logitech, hanno sviluppato molti accessori per l’iPod. Un giro d’affari che, secondo il New York Times, si aggira intorno a 1 miliardo di dollari, una cifra così alta da spingere Apple a creare il marchio “Made for iPod” e chiedere una percentuale sulle vendite.

Tutto questo parlare di iPod affascina, perchè questi fenomeni non sono facilmente replicabili, ma nello stesso tempo preoccupa. Sembrerebbe che l’iPod sia soggetto ad un “effetto cometa”, in altre parole, tutta questa luce potrebbe finire per consumare la moda e questo sospetto è sorto anche a Steve Jobs, per questo si continua a sfornare modelli di iPod così velocemente, per ravvivare la fiamma.

Mi spingo anche a fare una previsione. Tra non molto l’iPod sarà anche telefono, altrimenti il telefono diventerà anche un pò iPod e per quest’ultimo sarà la fine.

Leave a comment

Cosa ne pensi?