Oggi pomeriggio lo Store americano era off line con gran tripudio dei mac users speranzosi di una novità imminente. La novità c’è stata, anche se non proprio eclatante.

Si tratta della terza versione di Apple Remote Dektop, un software di cui ignoravo l’esistenza fino ad oggi, giorno in cui ho capito a cosa serve. In pratica permette di controllare e amministrare un computer collegato alla rete collegandosi ad esso da tutt’altro posto.

Apple Remote Desktop può servire a un amministratore di computer che vuole controllare i software installati in esso o aggiornarli con altri software. Pensate a un tecnico di una sala computer, un addetto alla rete informatica di una società, ma anche di uno viaggiatore che vuole tenere sempre sotto controllo il suo Mac.

La nuova versione ha circa 50 nuove funzionalità rispetto la versione precedente. Apple ha così commentato la sua uscita:

Apple Remote Desktop 3 offre un’ampia gamma di funzionalità ad alte prestazioni per la gestione del desktop fra cui ricerche Spotlight velocissime su molteplici sistemi Tiger; oltre 30 azioni Automator per automatizzare facilmente azioni ripetitive di amministrazione di sistema; un Widget Dashboard che fornisce un punto di osservazione veloce e comodo dei sistemi remoti; e Auto Install per l’installazione automatica dei software su sistemi portatili quando ritornano online

Il software è in vendita negli Apple Store a 299,00 euro fino a 10 sistemi e a 499,00 euro per gestire un numero illimitato di sistemi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *