Parallels: Os X e Windows fanno l’ammoreee

Ok vi risparmierò la storiella che molto tempo fa Os X era l’unico sistema per Mac…bla bla…vigeva il Think Different e ne andavamo fieri…bla bla…si denigrava Windows perchè Apple si comportava meglio…bla bla.

Ora i tempi sono cambiati (purtroppo e perfortuna) e, anche se i più affezionati storcono in naso, a qualcuno può far comodo usare Windows per due ragioni:

  1. Le persone che vorrebbero comprare un Mac hanno meno paura di switchare perchè se non si trovassero con Os X (sfido io…) possono utilizzare Windows come facevano prima.
  2. Le persone che devono utilizzare alcune applicazioni disponibili solo per Windows (anche in università alcuni prof. sono Think with me o ti boccio) possono farlo tranquillamente.

Ora. Apple ha presentato a tutti Boot Camp in modo da permettere di installare Windows nei computer Mac con processore Intel. Chi vuole usare il sistema operativo di Microsoft, però, deve riavviare il computer e caricare il sistema, se vuole tornare a Os X deve riavviare di nuovo il computer e caricare quest’ultimo. Un fastidio che da oggi si può evitare.

La start-up Parallels, infatti, ha creato un software chiamato Parallels Desktop che permette di usare, in una comoda finestra di Os X, il sistema Windows, ma non solo. E’ possibile condividere tra i due sistemi file e cartelle e farli interagire tra loro. Anche se l’ambiente è emulato, però, le prestazioni non calano meno del 2% rispetto gli ambienti nativi, ciò è reso possibile dai processori Intel che evitano di emulare l’hardware.

Il programma sembra funzionare talmente bene da essere indicato ufficialmente da Apple nel suo sito internet. Andando nella pagina dello switch, infatti, Cupertino indica questo software come aiuto nel caso si volesse utilizzare Windows nei MacIntel.

Se poi vogliamo proprio vantarci con il mondo, allora possiamo decidere di far funzionare SmackBook nel nostro MacIntel portatile con sistema SMS incluso. Grazie a questo software possiamo decidere di cambiare sistema operativo, sempre utilizzando Parallels Desktop, dando un colpetto allo schermo, come mostra questo video su YouTube.com.

Parallels Desktop è venduto, fino al 15 luglio, a 49,99 dollari (48,00 euro circa con trasporto incluso). Il sito del produttore è: www.parallels.com

Cosa ne pensi?