Continuano gli sviluppi del caso “stock options”. Dopo le accuse che hanno colpito l’amministratore delegato, le azioni della società erano calate del 5% circa e Apple ha dovuto corre ai ripari emanando un comunicato stampa con i risultati dell’approfondita analisi e indagine interna.

Steve Jobs sarebbe completamente estraneo ai fatti e la società riafferma la piena fiducia nell’attuale dirigenza. Dopo queste parole il titolo ha riacquistato il territorio perso, ma la questione non si conclude qui.

Tutti i documenti verranno consegnati alla SEC, compreso un piano di riassestamento del bilancio che costerà alla società 84 milioni di dollari. Sarà l’organismo di vigilanza a dettare l’ultima parola, così come dovrà accadere per altre 160 società con lo stesso problema, Microsoft inclusa.

Leave a comment

Cosa ne pensi?