Trittico di rumors per l’iPhone – prezzi, lancio e retroscena

Chi l’avrebbe mai detto, l’iPhone è stato presentato ma parliamo ancora di rumors. Noi mac user siamo insaziabili di innovazioni.

Ecco tre notizie che ci giungono dai corridoi.

La prima riguarda il prezzo del telefono. Secondo l’analista Charles Wolf, della società finanziaria Needham and Company, il prezzo di vendita dovrebbe abbassarsi del 20% all’anno, considerando la velocità di sviluppo e avanzamento tecnologico dei componenti. L’analisi prevede un iPhone, nel 2016, venduto a 76 dollari. Questo considerando però che il modello rimanga immutato in 10 anni. Considerando che 10 anni fa avevamo dei mattoni per telefonare, possiamo avanzare l’ipotesi che avremo tutt’altro in tasca.

La seconda indiscrezione riguarda il lancio. Il sito ThinkSecret, infatti, basandosi su alcune fonti, tra cui la stessa Cingular che ha stretto accordi con Apple, afferma che l’iPhone potrebbe giungere sui mercati americani qualche settimana prima, cioè tra aprile e maggio.

Il terzo è ultimo rumor riguarda le clausole che legano Apple e il gestore telefonico impegnato nel lancio. Sappiamo che negli USA è Cingular, la compagnia più grande per numero di abbonati, al secondo posto, però, c’è Verizon il cui amministratore delegato ha lanciato alcune chicche su Usa Today.

Da Cupertino sarebbero giunte, in fase di contrattazione, delle richieste troppo pretenziose, come una percentuale sui guadagni del traffico e la scelta dei punti di assistenza per la riparazione del telefono. La voce non è stata commentata da Cingular che, nel frattempo, avverte che l’accordo con Apple porta molti vantaggi per entrambe le società.