Os X vuole sbarazzarsi dei processori PPC

Avete un Mac con processore PPC? Allora vi consiglio di iniziare a risparmiare per comprare un MacIntel perchè il sistema operativo della Mela crescerà così tanto da non riuscire a funzionare con i processori di IBM.

Le prime avvisaglie arrivano già da Leopard. Per far funzionare Os X 10.5, infatti, bisognerà avere almeno un processore PPC da 867 MHz e 512 MB di RAM, ma meglio se superiori. Quindi sono esclusi matematicamente tutti i G3 e alcuni dei G4.

Per il futuro? Nel 2009 dovrebbe far capolino Os X 10.6 e allora addio PPC. Via i G4 e G5, sarete costretti a passare tutti ai nuovi Intel se vorrete usarlo. I processori Intel, inoltre, supportano il 64-bit e come dice Steve Jobs: "E' il futuro e la tecnologia corre". 

[via MacRumors

 

One Comment

  1. Non lamentiamoci, un PPC da 867 MHz e 512 MB di RAM è una macchina di quasi sette anni, che ci provino con vista!
    Il cambio di sistema operativo è necessario solo quando un software indispensabile per il proprio lavoro non viene più aggiornato per un sistema vecchio. Il resto è solo libidine tecnologica

Cosa ne pensi?