Steve Jobs dice ancora no alle applicazioni native

Non sono serviti i discorsi di David Pogue, gli articoli di Gizmodo e gli appelli dei clienti, Steve Jobs ha ribadito ancora una volta che non offrirà nessun SDK per la produzione di applicazioni native per iPhone e iPod Touch.

Resta una promessa per gennaio. Durante il MacWorld, infatti, Apple dovrebbe distribuire una nuova versione del WebKit che farà ampio uso del JavaScript. La novità più significativa è la possibilità di utilizzare le applicazioni web in modalità off-line. Un elemento fondamentale considerando i costi elevati per le connessioni nel nostro Paese. Inoltre le applicazioni create potranno essere inserite anche nel menu principale usando delle icone come i widget.

Una scelta da condividere o no, che però lascia spazio al ragionamento. Basti guardare, infatti, che tutte le web applicazioni che sono state sviluppate per iPhone si possono usare anche con iPod Touch perchè hanno la stessa versione di Safari. Se ci fossero state applicazioni native bisognava attendere aggiornamenti delle stesse per utilizzarle.
Dal l’altra faccia della moneta abbiamo, però, l’estrema semplicità delle applicazioni, mentre con quelle native si poteva contare su funzioni più elaborate e utili.

[via ArsTechnica]

no SDK