Apple versa 10 mln $ a Burst.com

La vicenda iniziò nel 2004 quando la società Burst.com citò in giudizio Apple per aver utilizzato dei suoi brevetti per la musica digitale senza aver pagato royalties. La Mela lanciò un contro giudizio per le infondatezze delle accuse. Sono passati 3 anni da allora e i processi continuano, o meglio continuavano visto che a Cupertino hanno deciso di chiudere la faccenda una volta per tutte versando 10 milioni di dollari in un accordo extragiudiziale.

Ora Apple potrà utilizzare i brevetti di Burst.com più altri 3 tecnologie che saranno brevettate in futuro. Burst, dal suo canto, utilizzerà parte di questi soldi per coprire i 4,6 milioni di dollari di spese legali.
Ricordiamo che la società fece causa anche a Microsoft per dei brevetti utilizzati in Windows Media Player, ma da Redmond, quella volta, partì un assegno di 60 milioni di dollari.

[via AppleInsider

burst