Come preparare una presentazione in stile Steve Jobs

Devo ammetterlo, e sfido chiunque a smentirmi, quando Steve Jobs sale sul palco per mostrare il suo Keynote, pendiamo tutti dalle sue labbra e riesce ad avere la nostra attenzione incessantemente per ore. Ma come ci riesce? Quali sono i segreti per fare una presentazione in stile Steve Jobs?

Maglietta e jeans a parte, ecco i punti da tenere in considerazione suggeriti da Carmine Gallo, un preparatore di business communications, che ha analizzato gli ultimi 10 Keynote del CEO della Mela:

  1. Identificate il tema. Steve Jobs dà un titolo ai suoi Keynote. L’ultimo si chiamava “There is something in the air today“. Vi servirà per capire dove focalizzare l’attenzione.
  2. Mostrate entusiasmo. Nessuna faccia triste, nessun musone o semplice disinteresse. Mostrate che quello che state dicendo è molto figo, che ha un’utilità che servirà a voi e agli altri per crescere. Usate parole come “straordinario, figo, formidabile“. Mostrarsi entusiasti convince le persone che qualcosa di entusiasmante ci deve essere per giustificare la vostra reazione.
  3. Delineate la presentazione. Steve Jobs di solito inizia dicendo: “Ci sono 4 cose di cui voglio parlarvi oggi. Quindi iniziamo subito…“. In questo modo preparerete il pubblico all’attesa generando interesse. Se non delineate qualcuno potrebbe pensare che ne avrete per molto e si annoierà.
  4. Preparate dati significativi. Dire “Abbiamo venduto molti iPhone” suona meno significativo di “Abbiamo venduto oltre 4 milioni di iPhone“. Non dimenticate che i dati anche se significativi dovranno essere reali e non gonfiati per riempirvi la bocca di numeri.
  5. Create un momento indimenticabile. Generate attesa prima della presentazione. Fate in modo che il pubblico si aspetti qualcosa da voi e che sia lì apposta per ricevere ciò che avete promesso.
  6. Create slide visuali. Non riempitela di testo e numeri. Servono immagini, schemi semplici. Quando Steve Jobs annuncia: “Ecco la prima cosa di cui vi parlerò…“, alle sue spalle appare un enorme numero 1. Non pensate che sia infantile. Serve al pubblico per rimanere attento.
  7. Strutturate la presentazione come uno show. Steve Jobs alterna la presentazione dei prodotti con video, interventi esterni, demo live e altro. Servono a rompere la routine e a richiamare l’attenzione del pubblico nelle fasi discendenti.
  8. Non andate in panico se qualcosa non va. Steve Jobs non si arrabbia se qualcosa va storto, se fa partire una demo e sullo schermo qualcosa non funziona. Dovrebbe prendersela con qualcuno che doveva evitare che ciò accadesse, magari lo fa in privato, ma il pubblico non dovrà mai vedervi in difficoltà. Esclamante una battuta per sdrammatizzare e pensate nel frattempo velocemente a un’alternativa. Di solito Steve Jobs ha sul palco 2 computer. Utilizza l’altro solo in caso di emergenza se al primo qualcosa non funziona. Prendete anche voi delle precauzioni.
  9. Mostrate i benefici. La vostra presentazione serve ad apportare qualcosa di utile, ditelo chiaramente. Quando Steve Jobs ha presentato i film a noleggio ha detto “pensiamo che questa sia un buon metodo per offrire contenuti ai nostri clienti“. Fate in modo che il pubblico si renda conto del vantaggio che state apportando.
  10. Recitate. Mentre state presentato delle slide coinvolgete il pubblico con il tono della voce, le gestualità, le parole. Sincronizzate voce con il testo che appare e con le immagini. Non lasciate che appaia qualcosa e dopo qualche secondo il pubblico si accorga che state pensando a cosa dire. Per tale ragione provate la presentazione qualche volta in privato prima di mostrarla al pubblico.

[via Businessweek]

  • Davvero forte come cosa, e anche utile per le proprie presentazioni!

  • Pingback: Levysoft » Il Reality Distortion Field di Steve Jobs e il We’ll be back soon Effect degli Apple Store: analisi psicologica del ribaltamento del senso comune e delle strategie del marketing dell’attesa()

  • Pingback: La settimana in link #3 « Nicopi()

  • Pingback: Di presentazioni, parlare in pubblico e imbuti comunicativi - Francesco Gavello Webdesign Portfolio()