I Mac costano al massimo il 16% in piu’ dei Pc

Una delle nomee che coprono i computer Mac è che questi costino più dei Pc. Un fattore che viene considerato dagli utenti Windows, che non vogliono o possono spendere di più, molto demotivante. Ma quanto c'è di vero in tutto questo? L'analista Piper Jaffray ha effettuato una ricerca che verificare, a parità di prestazioni, cosa costa di più.

Si è scoperto così che tra i computer Mac il costo medio è più alto del 16%, mentre tra quelli portatili è di appena il 9% in più. Considerando il denaro che si risparmia in assistenza tecnica, il tempo risparmiato per formattazioni, scansioni contro errori o virus, deframmentazioni e altro, per me è più conveniente un Mac che un Pc.

[via AppleInsider]

Prezzo Mac vs Pc

  • Noy

    Proporrei di stampare questo articolo del buon Kiro su 100.000 magliette e girare l’Italia!

  • Ma se gli smontiamo questo mito, certi Microsoft-fan-boy come reagiranno? Sono seriamente preoccupato per loro… 😉
    Ciao,
    Emanuele

  • Roy Batty

    Molto più competitiva nei portatili… però le configurazioni non sono proprio equivalenti nei desktop (2 Gb di Ram e 180 Gb di Hd in più è 16% in meno di prezzo mi sembrano abbastanza indicativi in un caso specifico…)

  • Questa notizia la userò per porre conclusione a molte odiose discussioni che si vengono a creare tra pro Mac e pro Pc.
    Comunque indipendentemente dalla passione la trovo decisamente interessante. Devo dire che, pur essendo un utente della mela, consideravo sul serio più costosi i portatili Mac rispetto agli altri a parità di prestazioni. Evidentemente mi sbagliavo.

  • franzesco

    a ZARDO:
    No, non ti sbagliavi, i portatili mac sono più costosi del 9% rispetto agli altri 😉

    Almeno secondo queste statistiche

  • Jacopo

    bravi finaolmente un opera buona su questo sito !

  • lollo

    concordo pienamente: comprare un Mac è più conveniente di comprare un PC anche perchè so mac ci trovi BootCamp quindi puoi simulare Windous comunque, e senza spendere ulteriori soldi

  • areoxnsa

    Quel 9% è tutto guadagnato in salute (del mac e del padrone)!!!!! 🙂

    @lollo

    Con bootcamp non simuli windows(come con parallel o vmware fusion).hai un windows nativo.

  • Oblomov

    Quindi in definitiva costano più dei PC con Windows, costano molto più dei PC con Linux … meglio allora un PC con Linux.

  • Xander

    Bah..

    “Considerando il denaro che si risparmia in assistenza tecnica”

    Considerando la frequenza con cui vanno in assistenza tecnica..

    “il tempo risparmiato per formattazioni, scansioni contro errori o virus, deframmentazioni e altro”

    Considerando che sono caratteristiche di Windows e non dei pc..

    “per me è più conveniente un Mac che un Pc.”

    Per me confronti mele con fave (hw vs sw) e ne tiri conclusioni tutt’altro che veritiere, considerando pure l’immagine postata.

    Poi oh, ognuno ha il Dio che si merita..

    P.S.: fermo restando che non uso Windows e che Mac os è un ottimo s.o., i mac non sono all’altezza del loro sw, figuriamoci del prezzo a cui vengono venduti.

  • Inciampando sulle Acque

    @Xander:
    Considerando che non hai letto una cippa visto che nella tabella vengono tenuti presente unicamente OS commerciali e che “PC” il più delle volte identifica una macchina con Windows (v. pubblicità Get a Mac) e considerando che “la frequenza con cui vanno in assistenza” non si capisce come tu la possa conoscere visto che, suppongo, tu non abbia un Mac. Dai, fammi indovinare, leggi sui forum di Mac in assistenza quindi tutti hanno qualcosa da riparare?

  • Xander

    Mi pareva strano non si arrivasse sul personale..

    Considerando che la potenziale utenza mac è restia sul prezzo dell’hw piuttosto che su valutazioni negative del sw, la tabella espone questa sensazione con rincari tra il 9 ed il 16 per cento.

    Il doversi attaccare ogni volta al sw quando si parla di hw non giova a nessuno, manco alla stessa Apple.

    Ora attacchiamo con la tiritera “sono una cosa indissolubile”..

    P.S.: definisci OS commerciali, dato che ne esiste una discreta quantità, a quel che mi risulta.
    P.P.S.: supponi male, mi spiace per me e per la sola che ho preso (hw parlando).

  • zizzi

    Amo l’alluminio anodizzato di cui è fatto il mio MBPro, idem per quello che ricopre il mio PB G4 12″ (gran pezzo di hardware quello, non me ne separerò mai), amo la cura dei dettagli che Apple mi offre, riesco sempre a trovare difetti in tutto ma per trovarli nei prodotti Apple che ho acquistato fino a oggi devo ammettere che faccio fatica.
    Ho avuto fra le mani PC (parlo di portatili in particolare) assemblati in modo pessimo, scricchiolanti, con tastiere che fanno venire l’esaurimento nervoso perchè imprecise, per non parlare dei trackpad, spesso di qualità tale che sono praticamente inutilizzabili (e non parlo solo di Acer ma anche di Toshiba e compagnia bella).
    Sono onesto, Apple avrà tutti i difetti del mondo, in primis quello dei costi… ma preferite una skoda o una VolksWagen da guidare?
    Scelgo Apple perchè DO IT BETTER!

  • Inciampando sulle Acque

    @Xander:
    Quindi il tuo commento non è dovuta ad una considerazione oggettiva ma ad una esperienza prettamente personale. Si spiega tutto.

    Cosa significhi “OS commerciale” si capisce già da sé.

  • Xander

    Ho la sensazione che avresti trovato il modo di cavarti d’impiccio anche se non avessi avuto un mac..

    L’importante è esulare dall’argomento.

    Si spiega tutto.

    Cosa significa “OS commerciale” si capisce da sé, specie nella tua accezione.

    ROFTL.

    Saluti.

  • Andrea

    Sarebbe da fare la stessa cosa per il macpro.. e la sfida è già trovare un computer con quelle caratteristiche! io ci ho provato e il risultato è molto interessante, ma preferisco sia un esperto a dirmelo…

  • Giorgio

    Tanto per fare l’avvocato del diavolo…credo che sia più facile rendere un sistema operativo stabile se chi produce il software decide anche su quale hardware installarlo ed ancora di più se il software di terze parti che ci puoi installare deve essere controllato da chi produce l’OS.

    Vero si che il Mac è più stabile, ma su un pc ci può girare di tutto (sia come sw,come os, che come hw).
    Su in mac non è poi così vero…
    Ognuno ha le sue peculiarità, ma mi sembra un po’ ingiusto considerare sciocchi quelli che usano windows 😉

    Linux va benissimo per i server ma non si può dire che le release con interfaccia grafica un po’ più evoluta non abbiano i loro bei problemini………

    Insomma. c’è bisogno di un po’ di tutto!

  • Paolo U.

    come mai su post di questo tipo commentano (quasi) solo utenti mac?

  • Tino N.

    @Xander:
    Io sono d’accordo con “inciampando sulle acque”. Essendo un programmatore mi rendo conto che OS X è il sistema operativo più bilanciato che c’è sul mercato. Non mi dispiace rinunciare a certi programmi se, in cambio, ho la sicurezza di non beccarmi virus e che la apple controlli tutti i prodotti che andrò ad installare. Inoltre la apple non utilizza processori e ram potenti semplicemente perchè non ne ha bisogno. Quando i sistemi operativi sono ottimizzati dalla apple, non servono Processori e ram gigantesche. E’ vero che le caratteristiche tecniche hardware non sono un granchè, ma solo se le paragoni a quello pseudo-sistema operativo di Windows. Windows non è programmato e, pertanto, ha bisogno di hardware sempre più costosi. Con la apple ciò non succede per quanto sopracitato.
    Ti consiglio di criticare le caratteristiche hardware apple solo aver analizzato i motivi di queste “deficienze”. Meglio non parlare del sistema operativo: “certe omnes veritatem sciunt!”