Apple costretta a risarcire i clienti con alimentatori difettosi

Alimentatore MacArrivano brutte notizie per la Mela. Il  tribunale Federale di San Jose, infatti, ha concesso un accordo preliminare che permette di risolvere una class action, cioè un accordo portato avanti da uno studio legale dietro richiesta dei clienti, per la questione di alcuni alimentatori difettosi per PowerBook che entrarono in circolazione nel 2001.

A nulla è valso il tentativo di Apple di ripristinare il disagio spedendo un nuovo alimentatore ai clienti che ne hanno fatto richiesta. L’accordo prevede, infatti, un risarcimento che va dai 25 ai 79 $ per chiunque ha acquistato un PowerBook in quel periodo.

Gli alimentatori difettosi si surriscaldavano e qualcuno emetteva anche scintille. Un difetto di fabbricazione che potrebbe costare molto caro alla società considerando che i potenziali clienti da rimborsare sono circa 2.300.000.

[via Macitynet]

  • nicola

    beh… speriamo che anche in Italia questa benedetta class action riesca a partire ed a tutelare un pò di più i cittadini… anche se in versione “amatriciana” ;o)