Apple ritoglie il bavaglio agli sviluppatori

Dopo le lamentele sorte a seguito dell’embargo posto agli sviluppatori, in cui Apple obbligava al segreto anche coloro avessero presentato applicazioni rifiutate nell’App Store, la società ha effettuato un passo indietro annullando l’NDA (non-disclosure agreement).

Da Cupertino si sono giustificati dichiarando che la volontà era quella di proteggere le opere degli sviluppatori dalle possibili copie dei concorrenti. In ogni modo nei prossimi giorni dovrebbe essere rilasciata una nuova versione dei termini.

[via Apple]

  • saso

    Vorrei segnalare, per completezza di informazioni, che nel nuovo contratto per gli sviluppatori non e’ cosi’ cristallino come appare.
    Come segnalato da Punto Informatico, la postilla finale che recita: l’accordo di riservatezza vale ancora per tutti i software non pubblicati.
    Cio’ significa che i programmi che verranno respinti da Apple, e quindi non pubblicati su App Store, rimarranno sotto l’accordo NDA.
    Il che non rimuove le ragioni delle polemiche sorte in merito all’NDA che riguardavano proprio dei programmi che erano stati giudicati non adeguati da Apple.
    Qui l’articolo di PI: http://punto-informatico.it/2423811/PI/News/niente-piu-nda-iphone.aspx