Rilevato il primo problema con il nuovo case dei MacBook?

Ci siamo, abbiamo davanti il battesimo dei nuovi MacBook in alluminio. A quanto pare alcuni utenti si starebbero lamentando per un problema al case del portatile. Il difetto colpirebbe alcuni vani della batteria che, anzichè essere a filo con il resto del case, risulterebbero leggermente più alzati.

Alcuni utenti si sono accorti che il problema non è sorto finchè non hanno tolto e rimesso il coperchio. Se dovesse essere riconosciuto da Apple forse potremmo essere di fronte a un problema di progettazione o semplicemente una partita difettosa. Al momento la società non ha lasciato commenti in merito.

[via MacNN]

  • Xander

    Sottoscrivo la credenza popolare (la citazione è fenomenale!), e pur condividendo quanto scritto (la laurea in disegno industriale varrà pur qualcosa, no? No.) c’è un difetto a monte di tutto il sistema:
    la garanzia è unidirezionale.
    Banalmente: quando pago qualcosa i soldi che deposito sul conto del venditore non presentano difetti strutturali (mi si dirà: si svalutano, ma questa è paragonabile all’usura di un oggetto.) mentre la merce che mi viene resa ha “necessariamente” qualche difetto strutturale.
    La miglior garanzia è NON pagare.
    Quando qualcuno è in credito fa di tutto per recuperare quel credito.
    Quando il credito è saldato sei TU, cliente, a dover inseguire il fornitore.
    Ergo l’unica garanzia paritaria tra fornitore e cliente è: io ti pago un tot al mese fino a che il prodotto è garantito (2 anni, per legge. Apple leggi bene..).
    Qualora riscontrassi difetti nella merce tu fornitore te la riprendi, ed io sospendo il pagamento, fino a che il prodotto non torna a me negli standard. Nel frattempo fornitore, dal momento che il problema è tuo, e che se fosse il contrario io non riceverei sconti di sorta, mi paghi il disagio finché non mi ridai la merce.
    Ah, chiaramente nella gestione del credito non dovrebbe rientrare nessun organismo terzo che lucra sulla moneta (banche, finanziarie e via discorrendo).
    Se l’azienda lavora bene, ed è incentivata a tenere sotto massimo controllo il controllo qualità (scusate la ripetizione..), si avranno meno resi, meno spese a carico dell’azienda, maggiore soddisfazione del cliente.
    Altrimenti MUORI.
    La cosa più delirante di tutto questo è che uno che non crede assolutamente nel Libero Mercato debba trovarsi su posizioni tanto incoerenti, visto l’andazzo delinquenziale dell’imprenditoria.
    Saluti.
    🙂

  • konrad

    è vero io ne ho cambiati 3….tutti e 3 avevano lo stesso problema…me li hanno dovuti aprire per metterci 4gb di ram.
    cmq i 3 precedenti li ho cambiati per
    1 tastiera montata male
    2 la ram si staccava al minimo movimento
    3 una scheggia d’alluminio tra il vetro e la cornice nera

    ora mi sono tenuto il 3 perchè all’apple stroe di roma est il commesso mi ha detto di passare tra una settimana…dice che è proprio lo stock che è difettoso.

    venerdi passo a cambiarlo e vi faccio sapere

  • Inciampando sulle Acque

    @Xander:
    Il sistema che proporresti tu comporterebbe per il consumatore un prezzo assurdamente più alto. La tua analisi fa buchi da tutte le parti.