Lanciando il nuovo MacBook Pro da 17″, Apple ha ribadito ancora una volta che è in grado di affrontare la sfida innovativa del mercato attraverso prodotti sempre all’avanguardia. E’ il caso della nuova super batteria integrata che permette grandi performance. Anche se il computer possiede un display al LED da ben 17″, infatti, l’autonomia è di ben 8 ore. Ciò è reso possibile utilizzando di una nuova tecnologia che ottimizza le celle e sfrutta un processore per comunicare costantemente con il computer, in modo da aumentare le performance.

A questo si aggiunge la la garanzia di vita per almeno 1.000 ricariche, contro le 200/300 delle normali batterie. Non male considerando che è stata integrata nel case, quindi l’utente non può estrarla manualmente. Ma quanto costa tutta questa novità? Il prezzo del ricambio è di 179 $ contro i 129 $ chiesti per cambiare la batteria del MacBook Air. Possiamo assegnare all’innovazione, quindi, un valore di 50$. Sono certo, però, che prima che i cicli terminino si avrà già cambiato il computer con un nuovo modello.

Join the Conversation

8 Comments

  1. 1000 cicli di ricarica sono 3 anni con un ciclo al giorno (davvero impensabile). Quindi credo che 5/6 anni siano alla portata anche di un uso intenso.
    Notevole.

  2. Già, teniamo poi conto che non è che al 1001esimo ciclo la batteria non vada più. Solo si inizia a degradare.

    Io col mb ho fatto 520 cicli in meno di due anni e va ancora abbastanza bene. La cambierò a breve. Però se questa ha tenuto così tanto mamma mia quest’altra.

    Una sola cosa kiro: sullo Store studenti viene 2229 euro. Se uno lo prende come desktop replacement al posto dell’iMac poi cosa bisogna fare con le cariche? Sempre attaccato e tipo una due volte al mese un ciclo di carica scarica è ok?

  3. Cavoli rodger, 500 cicli in meno di 2 anni! Ok allora rodger potrebbe dover cambiare anche la superbatteria 😉

  4. Beh andando su e giu dall’uni è facile. Però adesso molto meno e calcola che il primo anno anche a casa appena arrivava al 100 staccavo. Potevo benissimo lasciare attaccato a casa ma credevo si rovinasse 🙂 poi chiaramente l’uso di un mbpro non sarebbe lo stesso di un mb 🙂 almeno per me, nel senso che a me piacerebbe avere come hobby foto video però stavo pensando che se l’aggiornamento dell’iMac non mi convincesse………..mmm però è tutto da vedere perché 2300 e fischi pochi non sono anche se la scrivania sarebbe molto più sgombra con questo che con l’iMac

  5. E comunque secondo me anche in casi estremissimii prima di 4 anni a 1000 non ci arrivi

  6. Bhè, se le stime sulle 300 ricariche del Macbook sono state fatte proprio da Apple allora chi si appresta a comprare il Mbpro può calcolarne almeno il doppio delle 1000 dichiarate, dopo due anni ho fatto 850 cicli col mio Macbook e va ancora che è una meraviglia! 😀

Leave a comment

Cosa ne pensi?