Come saprete l’iPhone non gestisce il multitasking, cioè la possibilità di gestire più applicazioni contemporaneamente, eccetto l’ascolto della musica mentre si naviga o si sfogliano le impostazioni. Questo perchè Cupertino aveva previsto un sistema di push server per gestire in remoto i programmi e ottenere l’effetto di non chiusura dell’applicazione.

Il sistema di push server, però, doveva essere lanciato a settembre. A distanza di quasi 6 mesi non si è visto ancora nulla del genere e iniziano a sorgere i primi dubbi su questa tecnologia. Secondo le ultime voci di corridoio, Apple avrebbe accantonato il progetto per concedere l’utilizzo in multitasking delle applicazioni. Siccome la memoria è alquanto limitata, il limite potrebbe essere fissato a 2/3 applicazioni per volta. Con il lancio del futuro iPhone, avente più memoria e un processore diverso, la gestione multitasking dovrebbe essere completa.

Al momento sono solo indiscrezioni, quindi non sappiamo con sicurezza se il progetto dei server push sia stato realmente accantonato o meno.

[via Macrumors]

Join the Conversation

3 Comments

  1. Certo che non avere ancora il multitasking… come se ci fosse realmente bisogno di più memoria e un processore più veloce…

  2. Una promessa non mantenuta è veramente una brutta figura, fare gli sboroni, parlare di date di rilascio e poi non far sapere più niente. Comunque a mio parere hanno capito che l’abilitazione della tecnologia push è troppo dispendiosa al livello di batteria. La dimostrazione è che abilitandola per sfruttare mobileme la batteria non dura neanche un giorno…forse in questo dovrebbero imparare un pò da RIM.

Leave a comment

Cosa ne pensi?