Videotutorial: come pulire il MacBook dalla polvere

Nei giorni passati ho avuto la curiosità di aprire il mio MacBook bianco, comprato nel 2007, per osservare quanta polvere si fosse accumulata al suo interno. Nelle ultime settimane, infatti, ho notato un lavoro costante della ventola, così mi sono organizzato per pulire il computer e cambiare la pasta termoconduttrice sul processore.

Tutta l’operazione è stata filmata per il videotutorial che vi aiuta a comprendere come effettuare l’operazione. La pasta termoconduttrice è stata acquistata su eBay per circa 7,5 € comprese le spese di spedizione, ma probabilmente la trovate in tutti i negozi di informatica. Una volta pulito il MacBook è passato dalla temperatura massima di 80° a circa 60°.

33 Comments

  1. Kiro ma come hai imparato tutte queste cose sui computer io cerco in rete ma non trovo mai niente di interessante

  2. bella guida, io per pulirlo ho usato cyber clean al posto dell’aria compressa.
    Ah! Mi sono emozionato quando ho visto che la tua batteria ha solo 14 cicli di vita xD (la mia oramai è a 1098, ma con il 91% di salute)

  3. Kiro guarda che non è una battuta!!! Io sono un grande fan di melamorsicata lo seguo quasi tutti i giorni, continua così!

  4. NON SEGUITE QUESTO TUTORIAL se ci tenete al vostro mac, vi elenco i motivi delle cose assurde che si vedono.
    Primo: il mac DEVE essere appogiato su un ESD mate per scaricare l’elettricità statica ogni volta che viente aperto. Si rischia di danneggiare i circuiti e i vari componenti all’interno.
    Inoltre lo appoggia su una superficie non morbida con il rischio di graffiarlo anche se fa attenzione.
    Secondo: NON INDOSSA UN braccialetto ESD collegato a terra. Bisogna sempre indossarlo quando si maneggia un mac aperto!!! è il rischio più assurdo che si possa far correre a un computer usarlo senza!!! Non fatelo MAI!!
    Terzo: tu hai staccato il dissipatore cosi? Non fatelo, essendoci i vari processori sotto è il componente più rischioso da maneggiare. Per piegarlo infatto è sufficente pochissima pressione delle dita e rischiereste di otturare i piccoli tubicini che portano il raffreddante. Per non parlare del fatto che non hai niente di ESD!!! Braccialetto e tappetino almeno, anche se andrebbe fatto in un centro con gli strumenti adatti.
    Quarto: se me lo porti mi accorgo subito che lo hai aperto e ti invalido la garanzia se è in garanzia, se non lo è non effettuo la riparazione.
    Mi fermo qui perchè mi viene su solo il nervoso a vedere chi si spaccia per uno che sa e vuole farlo vedere agli altri provocando danni seri.
    Vi invito assolutamente a non fare quest’operazione. Se lo volete portatelo in assistenza e ce ne occupiamo noi, molti centri non fanno nemmeno pagare per questo.
    P.S. Si, lavoro in Apple Care.

    • @Matteo: certo i centri assistenza lavorano gratis come no. Il mio mac è fuori garanzia da 2 anni quindi non ho invalidato nulla. Comunque come dice Matteo potete scegliere di pagare soldi a un centro assistenza e non rischiare, oppure armarvi di pazienza e delicatezza e farvelo comodamente da voi. Il mio Mac funziona egregiamente.

  5. Come ho scritto sopra se è fuori garanzia è diverso, puoi aprirlo e farci quello che vuoi. Ma se me lo porti e vedo che è stato aperto e fatto cose che non si devono fare non lo riparo, tutto qui 🙂 è la regola interna 😉
    Altro. Si, noi lo facciamo gratis questo 🙂
    Il fatto che funziona ancora non significa che non hai rischiato moltissimo e con tutta la cura che ci puoi mettere puoi fare dei danni di cui ti accorgi solo con il tempo.
    La scheda madre puoi rovinarla solo agitando le mani li vicino se non hai un braccialetto ESD.
    Problemi grafici e prestazionali li vedi con il tempo.
    C’è una probabilità altissima che sia stata danneggiata 🙂 magari nulla di serio, ma lo scopri con il tempo.
    Fidatevi, non fate così 🙂
    O se proprio volete cercate bene in giro perchè si trovano indicazioni adeguate per queste operazioni.

    • @Matteo: come ho detto anche nel video e scritto nell’articolo, il mio MacBook è fuori garanzia. Voi pulite i MacBook fuori garanzia gratis? Se si dammi l’indirizzo così invito i lettori a portarvi i loro MacBook per farli pulire gratis.

  6. Tutti i computer che ho aperto (Mac e non) non mi hanno mai chiesto il braccialetto. Sono più che conscio dei problemi che può dare la statica, ma tu, Matteo, ingigantisci un bel po’. Anche la RAM può essere danneggiata: ti cerco qualche post di kiro sulla RAM così puoi usare ancora il caps lock!

  7. Davvero utile questo tutorial. Io Ho pulito il mio MacBook due settimane fa e posso confermare che non è per nulla un’operazione difficile. Solo un appunto: Non c’è bisogno di togliere tutte le viti nel vano della batteria. in particolare, dalla parte più esterna, basta togliere solo la seconda, la quarta, la settima e la nona (da destra considerando il vano batteria rivolto verso l’alto. Trovate qui una foto di quello che intendo dire: http://www.ifixit.com/Guide/Repair/MacBook-Core-2-Duo-Fan/522/3

    Saluti.

  8. @ Matteo: è una vita che con la dovuta cura (come mostrato nel video) metto mano ai miei PC, desktop o notebook che siano e non ho mai avuto problemi di nessun genere.
    Le cose ora sono due, ho i Mac sono veramente fragili rispetto agli altri computer oppure tu stai un po’ esagerando. 😉

  9. @Matteo: se lavori in un centro autorizzato da Apple, non si stanno seguendo le normative vigenti. TUTTE, e dico TUTTE, le macchine portate in assistenza devono essere riparate: se in garanzia la macchina è stata manomessa si applica la tariffa di riparazione, così come se non lo dovesse essere: si fa pagare il servizio normalmente. Da quando si effettuano servizi di pulizia gratis? Dicembre è il mese die controlli da parte di Apple nei vari centri di riparazione, attenti! Proverò, per questa volta, a non lamentarmi dell’ ITAGLIANO…

  10. Inciampando sulle Acque meno male che ci sei tu! Con la tua onniscienza ci illumini in ogni disquisizione che ha luogo in questo blog.

  11. Si fa che come nella vita di tutti i giorni, dove ogniuno di noi è un uomo libero e quindi libero di decidere cosa fare 🙂

  12. ciao , solo 1 appunto

    1) non sono i Cuori quei due Chip, uno è il processore l’altro è il southbridge
    2) la “crema artic silver” si chiama pasta termoconduttiva, esistono molte altre marche, artic silver è una delle tante ( la migliore )
    3) Matteo ha ragione sul fatto che serva un braccialetto antistatico
    4) Per un corretto disassemblaggio, fate riferimento a questo sito: http://www.ifixit.com/

  13. Mah quante storie per aver aperto e pulito un mac! Io il mio macbook l’ho aperto non so quante volte, senza braccialetti o cose simili, e si è ancora in garanzia. Ho fatto cambiare anche la ventola che era rumorosa e piena di polvere e l’HDD che era danneggiato, e pur avendolo aperto non mi hanno detto niente.

  14. @matteo:
    mi interessa questa cosa dell’esd, visto che a volte capita anche a me di aprire il portatile. Nel mio caso ho un mbp prima generazione, col case in alluminio, e una scrivania metallica (in alluminio pure quella, dovrebbe essere un conduttore abbastanza buono, credo).
    e’ sufficiente collegare la scrivania alla messa a terra dell’impianto elettrico? le eventuali correnti statiche dentro il portatile si scaricano sul case, e da li alla scrivania e poi a terra?
    altra cosa: il braccialetto posso farmelo anche da solo, giusto? e’ soltanto una fascetta metallica da collegare alla messa a terra?

  15. Io purtroppo ho cominciato a svitare tutte le vitine non si sa quante volte, ma alla fine mi sono sempre fatto prendere dall’angoscia. Ora che sono vicino alla disperazione quasiquasi ci provo. Non ho molto da perdere, stavo pensando addirittura di venderlo a 300 euro dopo averlo pagato 1500 (identico al tuo con un emse in meno di vita).La temperatura è fissa a 80° già dopo 2 minuti che l’ho acceso, non scende mai sotto gli 80 e dopo 10 minuti arriva a 90 e li rimane. La ventola fa un rumore della Madonna e se mi capita di spegnerlo dopo 10 minuti di utilizzo, devo stare attento a non toccarlo nella parte inferiore praticamente al centro (non so cosa ci sia, ma giuro che dopo 10 minuti non si può poggiare un dito su quel punto che puoi farti del male) Spero si tratti della ventola (magari in assistenza con “solo” un migliaio di euro me la cambiano, ovviamente facendomi pagare anche il pezzo di ricambio, così arrivo a tremila…)

  16. Matteo, mi dici dov’è il centro assistenza in cui effettuate la pulizia gratis, così te lo porto? La ventola del mio macbook ne avrebbe proprio bisogno. Già che ci siamo magari mi sostituite pure l’hard top che ha le plastiche rotte. Chiaramente fuori garanzia. Grazie.

    • @Andrea: L’hard top con le plastiche rotte, te lo sostituiscono forzatamente per direttiva Apple. Fu rilasciato un comunicato da Apple che si era accorta che tutti i Macbook del 2007 (anche il mio), con l’andare del tempo, si rovinavano e si spaccava la plastica dell’hard top. Per cui sono andato ad un centro di assistenza Apple qui a Pistoia (dove abito) a giugno 2010, e me l’hanno cambiato senza spendere nulla dato che è un difetto di fabbrica ammesso dalla casa produttrice. Per quanto riguarda la ventola, ho notato che i buchi per l’uscita dell’aria dei modelli successivi al nostro sono ben più ampi…se ne devono essere accorti i tecnici della Apple dia aver fatto la cappellata…ancheil mio non si raffredda mai, nemmeno ci possiamo vedere filmati di youtube o un film che subito scalda fino a 70°-80°…proverò a cambiare la pasta termoconduttrice (o come si chiama).

  17. @Matteo
    In quale centro assistenza fate questo lavoro gratis? Io ho provato a portarlo al centro assistenza a Catania e questa operazione non me l’hanno voluta fare nemmeno dietro pagamento. Mi hanno anche preso per scemo, dicendomi che il computer va aperto solo se e quando è rotto. Naturalmente, secondo loro, devo aspettare che si bruci qualcosa.

Cosa ne pensi?