Notizie varie sull’iPad

Ormai sta diventando un oggetto di culto ancora prima della sua commercializzazione, un po’ come avvenne per l’iPhone 3 anni fa. L’iPad è sulla bocca di tutti e ci giungono altre informazioni in merito. Gli sviluppatori ci comunicano di aver scoperto due cose interessanti nell’SDK: il supporto alla fotocamera (non presente nell’iPad) e alle telefonate. Quest’ultima funzione, immortalata in uno screen shot, potrebbe significare che il dispositivo gestisce le chiamate VoIP oppure semplicemente è del codice dell’iPhone presente per sbaglio nel set di sviluppo.

Dal punto di vista del design, invece, sappiamo che la versione WiFi e quella WiFi + 3G differiscono per un particolare: una banda nera posta sul lato superiore del dispositivo. Apple la usa nel modello con 3G per rendere il segnale più libero poichè l’alluminio tende ad isolarlo. Alcuni dubbi, invece, sorgono per l’uso della microSIM card al posto delle normali SIM. Come mai Apple ha scelto questo formato? Al momento non lo sappiamo e c’è il sospetto che lo introduca anche con l’iPhone 4G. Forse gli operatori nostrani dovranno renderle disponibili a breve.

Dagli USA, invece, Walt Mossberg dopo aver dato le sue opinioni sull’iPad ha posto alcune domande a Steve Jobs. Il CEO gli ha risposto e ora sappiamo alcune cose: la batteria permette un’autonomia di 140 ore di riproduzione musicale a schermo spento, il prezzo dei libri sarà pari o inferiore a quello esercitato da Amazon e iWork può produrre anche file Word e PDF. Tant’è che Mossberg ha chiesto a Steve Jobs se fosse possibile scrivere la recensione sull’iPad direttamente dal dispositivo ricevendo come risposta che potrà farlo molto presto e salvare un PDF da mandare alla sua redazione. Divertente anche la risposta data a chi gli chiedeva perchè la batteria permette solo 10 ore di lettura: “Nessuno legge per 10 ore di fila“.

Dopo il continua troverete le immagini con la differenza tra micro e mini SIM card e il retro della versione dell’iPad WiFi + 3G.


_________________________________________
[via AppleInsider]

5 Comments

  1. inizialmente ho pensato … ecco il retro alluminio del prox iphone… poi però se all’ipad mettono tutta quella banda nera per il segnale sull’iphone non ci sta… non possono farla così larga e non può essere carente in ricezione perchè è un telefono

  2. La mia ipotesi è che la micro SIM sia stata scelta per impedire agli utenti iPhone di utilizzare la SIM dell’iPhone, e quindi non aver bisogno di pagare un nuovo contratto all’operatore, cioè 15$ al mese.

  3. Quoto QuintoMondo
    anche io ho questo sospetto!
    E spero vivamente che non venga adottata nel prossimo iPhone, sono disposto a tagliarla e a renderla mini, ma non mi va di avere una micro SIM card che funzioni solamente sull’iphone, se mi si scarica e devo fare una telefonata non posso neanche più chiedere a qualcuno che mi presti il telefono, o ancora peggio se dovessi portarlo in assistenza come mi è successo sul 3g, cosa faccio rimango 2 settimane senza telefono?!?

  4. Ma, scusate…
    La Micro-SIM non è come quella già introdotta da H3G da almeno 2/3 anni?

    Proprio oggi, aprendo un vecchio cellulare LG di mia madre, ho visto che nello slot c’era una Microsim H3G…

Cosa ne pensi?