L’EFF pubblica il contratto tra gli sviluppatori per App Store e Apple

L’iPhone Developer Program License Agreement, il contratto super segreto tra gli sviluppatori dell’App Store e Apple è stato reso pubblico. E’ stato l’EFF a pubblicarlo. L’Electronic Frontier Foundation ha approfittato di un cavillo legale per rendere il tutto a norma di legge. Sbandierando il Freedom of Information Act americano, infatti, ha potuto chiedere alla NASA una copia dell’atto. La NASA, infatti, è un ente governativo che ha usato l’App Store per pubblicare un’applicazione.

Il contratto è così a favore di Apple che ci si meraviglia della presenza di oltre 100.000 sviluppatori nel programma di sviluppo. In realtà con 70 milioni di dispositivi sparsi per il mondo, si comprende come un mercato così ampio possa donare ad Apple poteri altissimi nella fase contrattuale. Tra le chicche leggiamo che:

  • Gli sviluppatori non possono diramare per nessuna ragione il contenuto dell’iPhone Developer Program License Agreement.
  • Le applicazioni create con l’SDK per iPhone possono essere distribuite solo con l’App Store, anche se l’applicazione è stata rifiutata.
  • Gli sviluppatori non possono modificare l’SDK per nessuna ragione, ne tanto meno sfruttarne il contenuto per applicare hack.
  • La responsabilità di Apple nei confronti degli sviluppatori potrà essere quantificata per massimo 50$ in caso di risarcimento.

Se volete leggere il contratto lo trovate in PDF nel sito dell’EFF.

[via Macrumors]

Cosa ne pensi?