La SIAE fa aumentare i prezzi dei prodotti Apple in Italia

E’ odiata un po’ da tutti, dai cittadini che si vedono tassare qualsiasi cosa ha aria di diritti d’autore e odiata dagli artisti che ricevono i pagamenti con molto ritardo. La SIAE oggi è odiata anche dai clienti di Apple.

Il recente decreto sull’equo compenso, entrato in vigore oggi, colpisce tutti i tipi di memorie perchè, teoricamente, tutti installiamo materiale pirata senza pagare i dovuti diritti d’autore. Così facendo la SIAE vede entrare un flusso di oltre 50 milioni di € che distribuirà secondo un mistico e misterioso sistema.

Cosa comporta questo? La risposta è nell’Apple Store. I Mac sono aumentati di 3 €, gli iPod Shuffle di 6 €, fino a 5 € in più per un Nano, 18 € per un Classic e 10 € per un Touch.

[via Macitynet]

21 Comments

  1. è veramente scandaloso questo aumento dei prezzi… la siae non è altro che una banda bassotti legalizzata

  2. No, Bondi è il colpevole di tutto quanto….
    Come ho già ripetuto su altri blog, quell’ “uomo” è più viscido delle lumache….
    MA VAFFAAAAARTIBENEDIRE, BRUTTO S*****O

  3. vi riporto questo articolo del sole 24 per vederci un po’ più chiaro…
    uno schifo disumano, possibile che debba pagare la siae su di un hard disk esterno che uso per fare il backup del mio mac con cui lavoro???
    a breve metteranno il canone sull’acquisto degli specchi perchè potrebbero incidentalmente riflettere una tiv.
    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2010/03/siae-equo-compenso-decreto-tassa.shtml?uuid=e2624442-31db-11df-8501-945fa6a15627&DocRulesView=Libero

  4. A parte l’onere di questo balzello, su cui mi limito a dire “italianamente iniquo” c’è da notare che la pirateria non c’entra per nulla (diversamente da quanto riportato da Kiro), in quanto per archiviare “legalmente” tracce audio o video dovremmo comunque possedere una copia acquistata.

  5. Quindi, se è stato fatto per la pirateria, una volta pagata la tassa sulla memoria siamo autorizzati a scaricare illegalmente in teoria, dato che abbiamo già pagato la SIAE…

  6. Ma se è stato fatto per la pirateria, allora dovremmo prendercerla con i pirati perchè sarebbe a causa loro che la siae ha perso proventi. E quindi, a rigor di logica, è a causa dei pirati che ora tutti paghiamo questa nuova tassa.

  7. qua secondo me la pirateria non centra, è una tassa sui diritti d’autore, e secondo loro va pagato anche il possesso di qualsiasi dispositivo possa contenere “qualcosa” coperto da tali diritti e non ha senso…
    è come se tassassero nuovamente la benzina e dovessimo pagare questa tassa all’acquisto di taniche di benzina, di bottiglie, di borracce e di qualsiasi cosa possa contenerla…
    non ha proprio senso!!!
    pensa ad una società che tenga i backup di tutta l’azienda, spenderà un capitale, perchè dovrebbe???

  8. cioè quindi un povero cristiano che compra i cd e compra su itunes come me … deve pagare la tassa perchè gli altri non pagano la musica.. come al solito .. in italia le persone che fanno le cose nella legalità lo prendo sempre nel di dietro…

  9. Condivido l’arrabbiatura, però faccio presente che tecnicamente non ce la si può prendere con Bondi o con il governo. Mi spiego meglio: quella che è stata firmata non è una legge, bensì un decreto attuativo di una legge promulgata nel 2003 a seguito di una direttiva europea nata nel 2001. Indipendentemente dai governi, quindi, questa cosa prima o poi sarebbe dovuta capitare e, almeno teoricamente, ogni tre anni bisognerebbe riconfermarla. Inoltre va anche sottolineato come questa legge sia già attuata da altri Stati europei quali Germania, Spagna e Francia; aggiungo che in quest’ultimo Paese i contributi stabiliti siano superiori rispetto a quelli italiani di circa il 50%. Concludo ribadendo che anche a me lascia perplesso quello che sia successo, però è bene sapere come stanno realmente i fatti; sui prezzi sono abbastanza convinto che, con l’uscita di nuovi prodotti, torneranno normalizzati inglobando in essi questi aumenti.

  10. Il bello è che per questo governo, quando fa comodo le direttive europee si applicano senza se e senza ma… in caso contrario la comunità europea ci opprime, sono dei ladri, ecc ecc ecc

    • Apple è una società, propone un’offerta, se il prezzo ti sembra alto sei libero di scegliere altro. Ladro è chi ti obbliga a pagare qualcosa contro la tua volontà non offrendoti nulla in cambio, quindi no, non sono ladri.

  11. Ma non aveva detto: diminuiamo le tasse?
    Per mia fortuna compro tutto all’estero! Un mio amico viaggia molto e mi porta tutto quello che voglio!

Cosa ne pensi?