iAd azzopperà il successo di Google nella pubblicità?

Steve Jobs lo ha ammesso pubblicamente: “Abbiamo provato ad acquistare una società chiamata AdMob, ma Google si è intromessa strappandocela di mano. Quindi abbiamo comprato Quattro Wireless“. Ora Quattro Wireless è iAd, la piattaforma di pubblicità per dispositivi mobili di Apple basata su due elementi: interazione ed emozione.

Come saprete Apple non propone mai ciò che è già presente sul mercato. Se la pubblicità web è basata sulle ricerche, infatti, quella sul mobile deve essere diversa, deve offrire contenuti interattivi. Così ecco vedere i banner trasformarsi in mini applicazioni. All’interno, usando Javascritp e HTML5, è possibile caricare video, riprodurre mini giochi, vedere informazioni interattive e molto altro.

L’obiettivo è spingere l’utente ad esplorare più informazioni possibili sul prodotto e ad interessarsi al contenuto. Apple ha dichiarato che se gli sviluppatori vorranno, potranno usare altre piattaforme. Ma se useranno iAd avranno il 60% dei proventi dei click generati. La società si è dichiarata estranea a una strategia di conquista del mercato, ma fare le pulci a Google sarà una soddisfazione.

One Comment

  1. Secondo me Apple ora con iAd “assaggerà il terreno”, poi, se tutto andrà per il meglio, ecco che comincerà a scalzare (e non semplicemente ad azzoppare) Google da questi mercato, raggiungendo anche i dispositivi fissi.

    Staremo a vedere, la freccia di inizio guerra è appena stata scoccata ;)!

Cosa ne pensi?