Non conviene comprare prodotti Apple ma le sue azioni in Borsa

Questa storia ricorda un po’ quella della formica e della cicala. Se non la conoscete ve la riassumo: la cicala durante l’estate perde tempo a cantare mentre la formica a mettere da parte cibo. In inverno la cicala muore di fame e la formica no. L’ingengere Kyle Conroy ha effettuato un interessante calcolo. Si è chiesto: cosa sarebbe accaduto se nel 1997 non avessi comprato prodotti Apple ma usato quei soldi per acquistare le sue azioni in Borsa?

Il risultato è sorprendente. Considerando che dal 1997 ad oggi le azioni sono aumentate di 40 volte, considerando che all’epoca un PowerBook G3 costava 5.700 $, comprando l’equivalente in azioni oggi Conroy avrebbe un patrimonio di ben 330.563$! Altro che computer, si sarebbe potuto comprare una casa.

[via kyleconroy]

6 Comments

  1. Hahaha!!
    Il problema è un altro: fino a che quota si presume arriveranno le azioni? Ultimamente abbiamo visto un rialzo spaventoso, però forse non lo sará altrettanto più avanti; che ne pensi kiro?

  2. Se ha usato il mac per lavorare e non ha guadagnato più di 330.563$ in 13 anni, deve essere un ingegnere molto scarso però.

  3. quinto mondo potrebbe avere ragione, considerando che non ha lavorato in Italia dove un ingeniere prende al massimo 15K€ l’anno.

  4. Aggiungo che se tutti avessero fatto il suo ragionamento si sarebbe ritrovato con in mano solo della costosa carta igenica, visto che il valore delle azioni non sarebbe mai salito tanto 😉

Cosa ne pensi?