Apple risponde al presunto sorpasso di Android negli USA

Ieri abbiamo letto di un’analisi di NPD riguardante il presunto sorpasso delle vendite di Android su quelle dell’iPhone. A quanto pare ad Apple non è piaciuta questa considerazione, tanto da diffondere una dichiarazione da parte di Natalie Harrison, portavoce della società:

Questo report è limitato a 150.000 americani che hanno risposto a un questionario on line e non tiene conto degli oltre 85 milioni di acquirenti di iPhone e iPod Touch nel mondo. Un’analisi IDC mostra che l’iPhone possiede il 16,1% della crescita degli smartphone. Lontano dalla base posseduta da Android. Abbiamo registrato un trimestre con una crescita del 131% per l’iPhone e con il firmware 4.0 in arrivo per l’estate, vedremo una velocissima crescita in tempi brevi“.

Suvvia Apple non prendertela così tanto. Allora dobbiamo mettere in discussione anche tutte le analisi che ti danno come azienda più innovativa e invidiata?

[via loopinsight]

6 Comments

  1. Ho scritto che li hai PRESENTATI come altamente attendibili. Non che hai SCRITTO il termine “altamente attendibili”. Tentativo di eludere la domanda respinto.

    Ripeto la domanda: Come mai quei numeri li hai presentati SEMPRE senza dubitativo, mentre stavolta invece col dubitativo? Come mai questa differenza di trattamento? Non si tratta sempre di NPD Group?

    • No i dati non sono forniti sempre da NPD ma anche da altri enti. E rispondendo alla tua domanda il “presunto” è ciò che ha detto Apple. Il titolo rivela la natura dell’articolo, cioè che Apple ha ritenuto presunta l’analisi di NPD. Tant’è vero che io al termine dell’articolo mi pongo la tua stessa domanda scrivendo ” Allora dobbiamo mettere in discussione anche tutte le analisi che ti danno come azienda più innovativa e invidiata?”.

  2. Beh kiro, questa risposta di Apple è giustificata dai… Se c’è chi spara cagare, e giusto fare chiarezza, no?!?
    La verità è che vogliono togliere i riflettori dal tutt’ora successone dell’iPhone 😉

  3. a) Nel comunicato che hai pubblicato, Apple non ha usato il termine “presunto. Dunque e’ farina del tuo sacco.
    b) I sondaggi che citi (azienda piu’ innovativa e “invidiata”) non c’entrano un piffero perche’ “misurano” un quoziente -qualitativo’- di un marchio, ovvero dei -pareri-. L’analisi di NDP misura il -numero di esemplari venduti-, ovvero la -quota di mercato-. Sono cose del tutto differenti, come ognuno puo’ comprendere facilmente.
    c) Ripeto: com’e’ che finora (in anni) non hai MAI adoperato il termine “presunto” in alcun tuo articolo riguardante le -stime numeriche- di NPD (che peraltro finora si sono sempre rivelate piu’ che affidabili)? Eppure ne hai scritto parecchie volte, quando le stime della succitata azienda di analisi davano le vendite di iPhone o di Mac, i iPod in ascesa. Nessun “presunto”, all’epoca. Come mai stavolta ti sei comportato in modo diverso?

Cosa ne pensi?