I soldi fanno la felicità? Foxconn, uno dei maggiori partner di Apple in Asia, spera proprio di si. Dopo il fallimento dell’esorcismo, l’ultima carta da giocare è l’aumento del salario dei dipendenti, sperando che più soldi possano legare alla vita terrena.

Così migliaia di dipendenti che ricevono 131 $ al mese, ora riceveranno 26 $ in più, vale a dire un incremento del 20%. In passato Foxconn aveva aumentato anche del 50% i salari, in fondo il costo del lavoro pesa solo per il 2% sul bilancio della società. Alcune reti protettive, inoltre, saranno installate sulle fabbriche per evitare i lanci nel vuoto.

Sicuramente la soluzione risulterà più efficace della macumba.

Aggiornamento: Foxconn ha deciso di alzare le paghe del 30% e non del 20% dichiarato in precedenza.

[via 9to5mac]

Join the Conversation

14 Comments

  1. Devi averla cercata a lungo, questa bella foto. Due che si divertono a giocare a basket fuori la fabbrica. Certo la foto piu’ adatta a corredare un articolo che parla di catene di suicidi.

  2. Ma perchè le foto che hai nel tuo blogghettino (con 10 commenti in 6 mesi) sono tanto meglio…

  3. “Migliori”. Si, lo sono. Perche’ rispecchiano la -realta’ dei fatti descritta nell’articolo. Questa rispecchia la realta’ desiderata dai fan(atici) della mela.

  4. @ Peppe: Se avessi voluto fare il boom dei commenti e guadagnare qualche spicciolo con le inserzioni, come fanno molti altri, non avrei avuto che da scrivere articoli-marchetta sull’iPad, iPhone, iPod, eccetera, come fa il 99% dei blog e dei giornali, anche non di stretta osservanza. La blogosfera e’ piena di questo tipo di siti e sitarelli, cloni di loro stessi, con i post mal fotocopiati l’uno dall’altro. Da me la gente passa a leggere, piuttosto che a scrivere. Spesso pero’ poi, di cio’ che ha letto mio blog, scrive altrove. Tu sei un esempio.

    1. E allora io faccio parte dell’1% dei blog che si distingue. Parlare male di Apple tutte le volte come fai tu è mancanza obiettività. Faresti meglio a farti un esame di coscienza perché il tuo blog non é affatto di qualitá. Io lo vedo come un accozzaglia di lagne.

  5. P.S. Nota a margine:leggere di un utente Mac, quindi di nicchia per antonomasia, che rimprovera ad un blog di essere di nicchia, e’ veramente divertente. Fa capire ormai fino a che punto la testa degli Applefan sia la punta di diamante di una visione assolutamente mainstream, dove l’equivalenza “quantita’=qualita’” e’ divenuta paradigma addirittura sottocutaneo. Altro che “Think Different”. Qui siamo al totale capovolgimento dei termini :p

  6. Datti pace, Kiro: col tuo blog fai parte del 99% dei “pro Apple”. Fai una semplice ricerca su Google e vedrai quanti ne trovi: a vagonate. Il mio e’ un blog d’opinione che non ha l’ambizione di “informare” e di pubblicare notizie “obiettive” come il tuo. Per carita’ Mi fermo molto prima e aspiro a molto meno: -dire quello che penso su Apple, attaccando le politiche di Steve Jobs-. E’ schiettamente di parte quindi, come dichiarato nel sottotitolo. Sincerita’, dunque. Io non mi maschero dietro il giornalismo per fare marchette, come tanti fanno, sulla rete. Sappiamo tutti chi. L’unico tra voi che si distingue, meritoriamente, e’ SetteBit di Fabio Zambelli. L’unico che ha il coraggio di pubblicare le notizie “scomode per Apple. Il resto e’ conformismo.
    Anzi, guarda, ti sfido: trovane uno uguale al mio di blog, se ci riesci. Poi ne riparliamo. Di blog che s’inchinano alla grande mela come il tuo, invece, la blogosfera letteralmente -rigurgita-.

    1. De gustibug. Trovo il tuo blog il blog di chi sa solo lamentarsi di Apple. Non è obiettivo, non è sincero ed è essenzialmente organizzato male. I numeri di accessi lo dimostrano. Dovresti fartene tu una ragione. Sai potrei lamentarmi tutte le volte anche io, sacrificando l’obiettività. Ma per avere il lusso di lamentarmi dovrei essere qualcuno che sa fare meglio di Apple. Quindi credo che tu manca anche di umiltà.

  7. a) La mia sincerita’ non sei tu a poterla misurare, dato che non stai nella mia testa. Scrivo quello che penso da tecnico Mac ultraventennale, punto. Non ti piace? chissene. Respinto al mittente.
    b) Che il mio blog non e’ obiettivo, l’ho scritto io per primo. Che c’e’ l’eco, qui dentro?
    c) La critica (quella che tu chiami lagna, pur continuando a leggermi assiduamente, vedo) si puo’ fare SEMPRE e COMUNQUE. Non c’e’ bisogno di essere ricchi sfondati per criticare Steve Jobs (e meno male), lo sapevi? Si chiama democrazia. Siamo in democrazia, fattene una ragione e vivi felice.
    d) Non vedo perche’ dovrei cambiare la linea del mio blog. Per applecoronarmi come tutti voialtri? NO. A me piace cosi’: di nicchia. Non ti sta bene? Arichissenefrega. Tu tieniti i tuoi milioni di visitatori giornalieri, che io mi tengo le mie decine.

    P.S. Peraltro, da quando ho aperto il blog, tre anni e mezzo fa, le mie idee sono state via via piu’ condivise, pur restando rigorosamente di minoranza, da persone decisamente in gamba, che da decenni si occupano di Mac. I “veterani”, li chiamo io. Questo anche perche’ i comportamenti di Jobs si fanno via via sempre piu’ spudorati e prepotenti. Questo ovviamente non fa che rafforzarmi nel mio convincimento 🙂

    Grazie per le tue visite in incognito, comunque 😉

    1. La sincerità di cui parlavo è quella che fai percepire. Per fare meglio di Apple non parlavo di soldi e per democrazia non significa che puoi lamentarti così per divertimento. Democrazia è anche diritti e doveri, ma a quanto pare per te la democrazia è solo diritti e fare quello che ti pare. Non ti ho chiesto di cambiare la linea del tuo blog e le mie visite al tuo blog avvengono solo quando mi linki perchè verifico che è stato fatto in maniera corretta.

      Sei tu che sei venuto qui, non io da te. Questa è casa mia e tu faresti bene ad avere il riguardo che hanno gli ospiti. Io al massimo posso accoglierti ed essere educato.

  8. La democrazia e’ diritto di critica, punto. Non inventarti regole che non esistono. Leggiti la costituzione italiana, se non sei informato. Il riguardo comincia ad averlo tu, evitando di dare agli altri dell””insincero”. Io critoco il tuo blog quando mi pare e piace, cosi’ come tu critichi il mio. Evita di insultare e vedi che tutto funziona a meraviglia. Io dico che il tuo e’ un blog “mainstream”, punto. Ci devi stare, perche’ e’ un dato di fatto che tu non vai quasi mai controcorrente. Altrettanto non si puo’ dire del mio blog. I fatti sono questi, il resto son chiacchere. Cio’ detto, ognuno nel suo blog fa quello che vuole.

    P.S. Un giorno poi mi spiegherai che vuol dire “linkato correttamente”. Un link e’ giusto o e’ sbagliato. Non si puo’ linkare “scorrettamente”. Forse volevi dire: -citare- scorrettamente.

    1. Eheheh democrazia è che ora ti banno. La prossima volta fai meno il guappo dove non ti compete. Anzi filtro i tuoi commenti. Quando saranno educati e civili saranno pubblicati.

  9. @Macraiser: Ti sei fumato l’impossibile… Secondo me hai qualche problema! fatti vedere da uno bravo…

Leave a comment

Cosa ne pensi?