I cinesi non sono contenti di lavorare per Foxconn? Allora il gruppo Hon Hai potrebbe chiudere le fabbriche in Cina e spostarsi a Taiwan, Vietnam e India.

Lo fa sapere Guo Tai-ming, CEO di Foxconn, parlando al quotidiano locale ON.CC. Secondo le sue dichiarazioni per fermare i suicidi nelle fabbriche basta chiudere le fabbriche ed aprirle altrove. Gli stabilimenti possono essere affittati al governo cinese che potrebbe spostare la produzione statale ed essere responsabile in prima persona delle condizioni dei lavoratori. Il tutto si tradurrebbe con l’impossibilità dei giornalisti di indagare su cosa accade nelle fabbriche.

Recentemente Foxconn ha aumentato gli stipendi dei lavoratori del 30%. La proposta delle chiusure delle fabbriche è al vaglio.

[via The Register]

Leave a comment

Cosa ne pensi?