Ecco le reti di Foxconn

Reti ovunque, simili a quelle di un circo. E’ lo spettacolo fotografato all’interno di una fabbrica città di Foxconn, la società che assembla i dispositivi per Apple, Nokia, Sony ed altri.

Reti che servono per scoraggiare gli aspiranti suicidi. E’ curioso vedere che siano state installate a partire dal secondo piano, probabilmente chi si butta dal primo ha scarse speranze di passare nell’aldilà.

Uno spettacolo del genere, che quasi nega il colore del cielo, credo possa generare ancora più depressione tra gli operai.

[via gizmodo]

15 Comments

  1. @Leonardo: no gli stipendi li hanno aumentati un po’ per accontentere Apple ma in ogni caso dev’essere deprimente lavorare sotto delle reti…poi ci sono altri modi per suicidarsi…
    Fosse per me sarei disposto a pagare di più i prodotti pur di avere la certezza che sono prodotti rispettando i diritti umani. E’ inaccettabile che una potenza come la Cina lasci che i propri imprenditori sfruttino i dipendenti in questo modo pur di guadagnare (per non parlare del tibet o della censura).

  2. Questo è quello che succede quando il capitalismo per abbassare i costi si espande senza i se e senza i ma del caso. Steve Jobs e la apple possono dire di fare il possibile per evitare la morte dei dipendenti della Foxconn ma in realtà non iene frega nulla se non fosse che queste notizie arrivano fino da noi. La legge è abbassare i costi e se per farlo bisogna far lavorare delle persone dalla mattina alla sera guadagnando due lire non ci si deve stupire di niente.

  3. Beh, ma anche a noi non ce ne frega nulla, sennò non compreremmo il cell, il TV, i vestiti, il computer, lo stereo, l’ombrello, l’orologio, e tutto il resto fatto in Cina. Perchè, voi non volete ottenere il massimo dai vostri soldi?

  4. io ho letto su qualche sito che gli stipendi sono stati aumentati, ma dalle interviste di qualche lavoratore della Foxconn (che sono ben 450.000) non è lo stipendio che fa’ scattare i suicidi, ma il modo di lavorare, troppo stress da catena di montaggio… tutti i giorni, tutti i mesi, tutti gli anni a fare sempre la stessa cosa e cioè le solite piccole operazioni in continuazione di queste lunghe catene semiautomatizzate… fanno andare via di testa qualcuno di loro… purtroppo…

  5. E’ assurdo… Praticamente mettendo queste reti ammettono che le condizioni di lavoro sono pessime con il rischio che i lavoratori si suicidino. Ma dovrebbero parlarne in tv! Ancora non ci riesco a credere, reti antisuicidio! Non so se ridere o piangere. Oddio!

  6. quello che è assurdo qua sono i commenti di persone come sartomiki.

    Lì alla Foxconn ci sono centinaia di migliaia di dipendenti (centinaia di migliaia, mi pare 400mila) e non vengono fabbricati SOLO prodotti Apple. Vengono fabbricati i prodotti di un sacco di famose altre marche.

    Però chissà come mai si accusa solo Apple. La verità? se non ci fosse stato iPhone e Apple a quest’ora questo problema non sarebbe MAI stato sollevato e probabilmente i morti sarebbero stati di più e nell’indifferenza di tutti.

    Quindi si può dire che il clamore di iPhone e poi di iPad che ha messo al centro la ditta che li produce ha salvato vite umane. Apple è solo da elogiare in questa vicenda anche perchè è l’UNICA AZIENDA che dà un aggiornamento sulla situazione una volta l’anno sul suo sito. Cosa che gli altri non fanno.

    Evitate di vomitare il vostro odio verso Apple scrivendo cialtronate. Grazie.

  7. La percentuale di suicidi della Foxconn è bassissimo su 450.000 dipendenti rispetto alla vicina ed europea France Telecom con 20 suicidi in 18 mesi…

  8. @rogerdodger

    Ti correggo:
    La Apple è l’unica azienda che ogni anno dà un aggiornamento sulla situazione, sapendo di dire cavolate con l’intento di farsi bella e buona verso i clienti. Anche questo è marketing.
    Almeno gli altri produttori se ne stanno zitti, colpevoli quanto Apple, ma almeno non si mettono a sparare cavolate.

    Apple è una azienda. Una azienda deve fare soldi. Questo vale per tutte, non solo apple.
    Ergo deve sfruttare (purtroppo) per trarre maggior guadagno.
    Cosa volete che se ne facciano gli operai della FoxConn del 30% di stipendio in più… quello che li spinge al suicidio è lo stress lavorativo, e non è che magicamete scompare aumentando lo stipendio. Conosco persone che hanno volentieri rinunciato ad uno stipendio più alto, in cambio di un posto di lavoro più confortevole e costruttivo.

    Però per l’opinione pubblica sembra una cosa buona, Apple passa per santa e si continua. Tanto il 30% dello stipendio mica lo paga Apple…

    Il top poi lo ha raggiunto in questi giorni, dove Jobs ha risposto ad un tizio dicendo che i minerali utilizzati nei loro prodotti non provengono da zone di conflitto…. ma chi ci crede?
    Il Coltan, fondamentale nei circuiti elettronici, proviene quasi interamente dal Congo, dove le multinazionali di estrazione del prezioso minerale mentengono un continuo status di guerra perchè fa comodo.

    Poi per carità, anche io sono un consumatore Apple (ho un macbook pro e un iPhone) come di altre marche.
    Provare ad acquistare oggi un prodotto tecnologico prodotto senza sfruttamento sembra impossibile… ci ho provato ancora, ma non ci sono riuscito.
    E questo è un vero peccato.

Cosa ne pensi?