Dada migliora il suo Play.me

Qualche tempo fa scrissi un articolo sul servizio Play.me di Dada. Si tratta di una sorta di Pandora all’italiana, vale a dire che pagando un abbonamento mensile si può ascoltare tutta la musica che si vuole in streaming, con la possibilità di salvare i brani anche per l’ascolto in off line.

Il mio articolo non era positivo e evidenziava alcune lacune dell’applicazione. Mi ha scritto Stefano di Dada per dirmi che da quelle critiche sono nate delle migliorie per l’applicazione. Quindi se volete provarla potrete dire anche voi la vostra sul servizio. Le persone di Dada ci leggono e possono migliorare l’applicazione dai nostri feedback.

All’interno del catalogo ci sono 3 milioni di brani. Tra le mancanze ancora presenti, ad esempio, non funziona in background e la registrazione alla modalità Plus è troppo macchinosa. Il mio consiglio è di accertarvi che tutto funzioni prima di lanciare un’applicazione nell’App Store. Non siate frettolosi perchè le vie per fallire sono tante e quelle per vincere poche.

Cosa ne pensi?