Un iPod Nano 6G trasformato in una Dreamcast

Lanciata nel 1998 in Giappone, la console Dreamcast ha ottenuto un successo enorme in tutto il mondo, con diverse milioni di unità vendute. Fu la prima console portatile a 128 bit munita di modem a 56k in grado di scaricare aggiornamenti dei giochi e fornire la possibilità del gaming on line.

Una pietra miliale che un utente ha smontato per integrare al suo interno il nuovo iPod Nano 6G. Essendo piccolo e sottile, il nuovo player, oltre ad essere trasformato in orologio può diventare molte altre cose.

[via kotaku]

7 Comments

  1. Come orologio ok, ma in questo caso mi sembra un po’ futile.
    La cosa interessante invece sarebbe inserirlo in maniera intelligente nell’abbigliamento…

  2. Non era una console portatile il Dreamcast. Quello in foto è la Visual Memory Unit. Si poteva incastrare nel joypad del dreamcast e funzionava da memory card oppure, quella sì, funzionava come una specie di gameboy, dove installavi add-on o giochini stand alone dalla console.
    Erano davvero avanti. Universalmente la console più avveneristica di sempre.

  3. @kiro, wikipedia è una fonte di informazioni migliore di andromedafree.
    Ora, non si può sapere tutto di tutto, però da nostalgico di quel periodo mi dispiace un pò leggere un’ inesattezza così.
    Probabilmente non ti interessava tantissimo questa notizia.

  4. la dreamcast era la console sega concorrente alla ps2…era una consola da casa…128 bit, usava dei GD-ROM (supporto a meta’ tra il cd e il dvd), e aveva una serie infinita di titoli arcade e non made in sega soprattutto….quella nella foto e’ una memory unit modificata…nn era altro che una memory card con display su cui si potevano caricare dei giochini derivati da giochi per la console tipo i tamagochi di sonic da allevare e poi reimportare sulla console durante le partite e cosi via….secondo me la console piu’ bella mai esistita…l’unica che conservo ancora gelosamente 🙂

Cosa ne pensi?