MacBook Air, alcune informazioni da chi lo ha provato

Con il lancio del MacBook Air molti hanno gridato alla scandalo: come mai Apple ha lanciato un netbook dopo aver dichiarato di odiare i netbook? La società ha detto più volte che un computer con un display troppo piccolo, una tastiera minuscola e poco potente non serve a nulla. Cofermo tutto anche io, e aggiungo che il MacBook Air sotto questo punto di vista non è affatto un netbook.

La tastiera è grande come quella dei comuni MacBook, anche se ha perso la retroilluminazione rispetto alla generazione precedente, e lo schermo è ampio 11,6″ o 13,3″, quasi quanto il mio primo Mac: un iBook da 12″. L’ampio trackpad multi-touch, inoltre, permette di usare le gesture per muoversi tra applicazioni, foto e pagine.

Munito di memoria Flash da 64 GB fino a 256 GB, riesce ad avviarsi in appena 15 secondi. Poco più del tempo necessario per accendere un iPad. La memoria di storage SSD, inoltre, permette di allungare il tempo di stanby fino a 30 giorni. L’operazione è resa possibile dallo spegnimento di tutto l’hardware fotografando il sistema operativo nella memoria. All’apertura dello schermo si attiva l’instant on, vale a dire l’utilizzo immediato del sistema.

Ma come funziona? E’ valido? Alcuni blogger americani hanno potuto provarlo per qualche ora dopo la presentazione di Apple. Jason Snell di Macworld racconta che il modello da 11,6″ è molto leggero e ha un design molto bello. La velocità, anche se ha un processore da 1,4 GHz, è elevata. Il sito effettuerà dei benchmark per avere dei parametri sicuri, ma Snell avverte che non supererà in velocità i MacBook. Operazioni come una conversione video o il trattamento di più tracce audio lo rallenteranno. Per gli usi comuni, come navigare, scrivere documenti o vedere un film, è molto fluido e affidabile.

Dal punto di vista del rumore è silenziosissimo, tanto da spingerlo ad avvicinare l’orecchio al case per udire qualcosa. Per l’audio, invece, la presenza degli speaker stereo permettono un livello e una qualità sonora migliore rispetto alla generazione precedente. Snell ha notato anche che se il processore lavora molto con la scheda grafica Nvidia GeForce 320M, si riscalda come tutti gli altri computer.

[via Macworld]