In Italia è stato abrogato il decreto Pisanu e negli USA Woz si batte per la Net Neutrality

Ieri è stato un giorno speciale per Internet. In Italia è stato abrogato il decreto Pisanu attivato 5 anni fa. In pratica i gestori di Internet Point e alberghi non dovranno fare richiesta alla Questura per offrire l’accesso alla rete e non saranno obbligati a raccogliere i dati di accesso alla rete con le fotocopie dei documenti e la firma di autorizzazioni. Al momento la gestione dell’accesso alla rete, con la punizione dei relativi abusi, è ancora nubolosa, ma di certo è un passo avanti verso la diffusione del WiFi nella nostra Penisola.

Negli USA, invece, Steve Wozniak si aggiunge all’esercito per la Net Neutrality, vale a dire il diritto fondamentale dell’uso di internet. Tramite una lettera aperta, Woz chiede al Governo americano di lottare per riprendersi le reti e offrirle gratuitamente ai cittadini perchè internet deve essere un bene a disposizione di tutti e non uno strumento di commercio in mano alle società.

[via lastampa e appleinsider]

One Comment

  1. Nel decreto Milleproroghe (quello approvato ieri) è stato inserito un testo che prevede la “non proroga” delle norme sul WiFi del decreto Pisanu tranne il comma 1 dell’articolo 7, quello che citavi tu.
    Quello lo hanno prorogato di un altro anno, ma non in toto.
    La norma proroga fino al 31 dicembre 2011 l’obbligo di richiesta di licenza al questore, ma esclusivamente per gli Internet Point. Quindi la licenza non è più richiesta per tutte quelle attività che mettono a disposizione Internet come servizio accessorio. Considerando che la proroga per gli Internet Point vale soltanto per la licenza, vengono di conseguenza sospese le disposizioni per l’identificazione degli utenti, il monitoraggio delle operazioni e l’archiviazione dei dati.
    L’abrogazione effettiva è inserita nell’articolo 3 del DDL 2494 presentato il 13 dicembre in Senato ma non ancora discusso dallo stesso e tanto meno dal Parlamento.
    Almeno qualcosa comincia a muoversi.

Cosa ne pensi?