Visa e Wireless Dynamics anticipano i micropagamenti con l’iPhone

C’è attesa per l’arrivo della tecnologia NFC nell’iPhone. Tecnologia che permetterà l’avvio, come avviene attualmente con il Galaxy S e il Nexus S, ai micropagamenti sicuri con il telefono.

Secondo una recente ricerca di mercato il 57% dei possessori di iPhone hanno dichiarato di voler utilizzare il loro dispositivo per effettuare i pagamenti al posto del bancomat e carta di credito, per tale motivo Visa, in collaborazione con Wireless Dynamics, ha deciso di accellerare i tempi.

Grazie a un dispositivo chiamato iCarte, ritirabile presso la propria banca, sarà possibile abilitare i micropagamenti anche nei telefoni attuali. Bisogna scaricare l’applicazione iCarte App dall’App Store per abilitare la comunicazione tra telefono e dispositivo iCarte.

Tutto il sistema può essere utilizzato con i POS abilitati alle transazioni contactless. In pratica per pagare basta attivare l’applicazione e avvicinare il telefono al POS. Il tutto senza richiedere inserimenti di PIN o la firma di documenti. La tecnologia NFC permetterà di fare a meno del dispositivo iCarte. Sapere dell’inizio della diffusione di questo sistema permetterà di avere un numero consistente di POS abilitati quando sarà venduto l’iPhone 5. Trovate un video dell’uso dell’NFC dopo il continua.


12 Comments

  1. Ma quindi è già possibile recarsi presso la propria banca a ritirare il dispositivo, oppure ancora deve essere distribuito? In caso si sa quando sarà disponibile? A pagamento?

    Grazie

  2. Visto che già ora per i micropagamenti con carta di credito non serve la firma, non vedo dove stia il vantaggio in termini di tempo, vedo solo svantaggi in termini di spazio e scomodità. Ma ad ognuno i suoi gusti.

  3. Credo che Il Professore si riferisca alla tecnologia contact-less per le carte di credito che comincia a prendere piede in alcune provincie come quella di Milano.

  4. Dipende dai terminali e dalle banche del circuito Visa. Visa stessa non richiede più la firma per pagamenti sotto i 20 $ o equivalenti (micropagamenti). Sarà la stessa cosa per questi nuovi terminali.

  5. in giappone sono anni che funziona. E’ una figata pazzesca. Forse non hanno ben spiegato le potenzialità prodotto: entro sull’autobus e con il cellulare lo appoggio alla “nuova” obliteratrice e nn devo più ricordarmi di andare a comprarmi i biglietti. Bevo un caffè e non ho bisogno delle monete. Anche i parkimetri possono funzionare così. è di una comodità pazzesca. Chi parla di dimensioni nn tiene conto che tanto il telefono una deve comunque averlo con se, non è un oggetto in più da portare con se.

  6. @fabio: sarà di una comodità pazzesca quando il chip sarà incorporato nell’iPhone, ma non credo lo sia usando questo piccolo dispositivo da attaccare all’iPhone: rende tutte le cover ed i dock incompatibili, va staccato ogni giorno per ricaricare l’iPhone (e poi va riattaccato prima di uscire di casa), rende l’iPhone leggermente più scomodo da usare. Di questo piccolo dispositivo parla il post, non della tecnologia NFC incorporata, alla quale forse tu ti riferisci?

  7. vi chiedo una cosa sull ipad, se qualcuno di voi sa la risposta mi puo aiutare.
    Se io collego l ipad x sincronizzare foto e video ecc e poi lo collego su un altro pc x aggiungere delle foto, lui cancella quelle che ho gia dentro o le aggiunge semplicemente??
    e quando torna su quello vecchio (pc) , nel quale non ci sono foto nuove, succede qualcosa?
    lo stesso vale x le appl?
    grazie

Cosa ne pensi?