Apple fa causa ad Amazon perchè ha usato la parola App Store

Forse la causa di Microsoft contro Apple per toglierle i diritti sul nome App Store avevano indotto Amazon a pensare prematuramente che il marchio fosse libero. Un pensiero errato che ha mandato Apple su tutte le furie tanto da attivare una causa legale contro la società del Kindle per l’uso illecito del nome App Store.

Amazon, infatti, usa da gennaio il nome Amazon Appstore e Amazon Appstore Developer Portal per indicare, rispettivamente, il suo negozio di applicazioni per Android e il suo programma di sviluppo di applicazioni. Forse l’inaugurazione del negozio, prevista per oggi, sarà rimandata fino alla decisione del giudice del distretto del Nord della California.

Apple ha citato per danni e vorrebbe un congruo risarcimento. Le due società si accorderanno sottobanco oppure Apple non mollerà l’osso finchè non vedrà Amazon cambiare nome al suo negozio di applicazioni?

[via 9to5mac]

6 Comments

  1. 1) Anzitutto qua non parliamo di un semplice termine a sé. Si tratta di un termine composto da una abbreviazione + un’altra parola. Non abbiamo due parole pure e semplici. Una è un’abbreviazione. Quindi abbiamo un termine frutto di una capacità d’ingegno che tra l’altro ha ottenuto un riconoscimento legale di utilizzo esclusivo da parte di Apple.
    2) Prima del lancio da parte di Apple di AppStore, NESSUNO usava l’abbreviativo “app” e, se anche qualcuno l’avesse sporadicamente usata, di certo nessuno usava lo stesso abbreviativo nelle dimensioni con cui se ne è parlato DOPO l’introduzione di AppStore.
    3) Chi sostiene che AppStore si tratti di un termine “generico”, in realtà assegna un punto sulla lavagna a favore di Apple.
    Infatti, anche qua: chi mai al mondo, prima del 2008, usava il termine AppStore? Se un termine è davvero “generico” allora lo è da sempre. Perché altrimenti, se lo diventa GRAZIE a qualcuno, allora non è generico “naturalmente” ma lo è diventato GRAZIE a quel qualcuno.

    Ad esempio, per quanto si possa discutere del paragone con la parola “Windows” (dato che comunque AppStore va a qualificare direttamente ciò che menziona mentre Windows è una parola che di per sé non si collega a nulla che sia un OS), quest’ultimo termine (windows) si presta bene a chiarire il punto tre: windows (finestre) è un termine generico che è generico DA SEMPRE. Tutti hanno sempre usato la parola “windows”: anche nell’ottocento o nel medioevo il termine windows/finestre era generico, in quanto menzionava un oggetto di “uso” comune. Bill Gates non era ancora nato, ma il termine era GIÀ generico.

    AppStore invece non è MAI stato “generico”, se non DOPO che Apple l’ha introdotto. Si tratta di un termine NATO GRAZIE AD APPLE e in funzione di Apple.

    Allora la verità qual è?

    La verità è che Amazon (termine generico?), e altri, cercano disperatamente di elemosinare un po’ del successo che Apple sta avendo, non essendo probabilmente in grado di raggiungerlo da soli, con le proprie gambe.

    Perché mai Amazon non potrebbe chiamare il suo store in altro modo? Ad esempio “Amazon Market”, che tra l’altro sarebbe un nome di gran lunga più adatto e comprensibile, considerando che si tratta di un negozio di applicazioni che va ad inserirsi nel mondo Android, affiancandosi ad “Android Market”. Android, altro termine generico da sempre (è anche una vecchia canzone dei Green Day, album Kerplunk). Se il tuo negozio di applicazioni è qualitativamente buono con degli ottimi contenuti sarà buono a prescindere dal nome.

    Non è che forse Amazon, sapendo di non poter combattere sul piano della qualità dell’offerta, cerca più facilmente di “mendicare successo” con un termine, AppStore, INVENTATO da Apple e che praticamente NON esisteva prima di….AppStore?

    Tra l’altro, il fatto di aver scritto “Appstore” tutto attaccato, con la A maiuscola ma con la S minuscola (e non maiuscola) è quasi un implicito riconoscimento della consapevolezza di come quella casella sia già (legittimamente) occupata da qualcun’altro (Apple).

  2. Ma per favore e solo che gli RODE che android sta superando IOS, ormai è un dato di fatto, se ne può fare una ragione.

  3. Lucantonio
    Premesso che il tuo commento non c’entra nulla, ti ricordo che negli USA, con Verizon, può essere che iPhone da solo superi nuovamente tutti i dispositivi android a livello di vendite. Questo potrebbe accadere dopo l’estate o comunque nel giro di un anno. Sotto rete at&t iPhone costituiva il 65% dei telefoni venduti da quell’operatore (in USA c’è solo contratto in pratica). Con Verizon potrebbe accadere una cosa simile. Vedremo. A livello di presenza online ovviamente iOS è già 5 volte Android al momento. FINE OT.

  4. Atto dovuto da parte di Apple. Il brand del negozio è molto importante ed è dovere di Apple difenderlo. Bisognerà però aspettare che il marchio venga definitivamente attribuito o negato ad Apple, visto che Microsoft ha fatto ricorso (non causa) all’ufficio per la registrazione dei marchi. Il marketing è tutto!

  5. il professore
    Il trademark è già stato attribuito in via ufficiale ad Apple. Il ricorso di Microsoft è successivo.

Cosa ne pensi?