Google All Music

Dopo il servizio di Noleggi YouTube, per permettere lo streaming legale dei film direttamente dal brower del computer, Google si lancia anche nel settore musicale attraverso Google Music, una sorta di nuvola accessibile tramite il proprio account di Google, ma al momento solo dietro invito negli USA.

Ma in cosa consiste? In pratica Google non fa altro che riproporre cose già disponibili da mesi, come il servizio di SugarSync. Ogni utente avrà dello spazio on line in cui caricare la propria musica e ascoltarla tramite il browser da qualsiasi computer. L’obbligo di usare il pastoso plug-in di Flash, però, esclude automaticamente i dispositivi mobili di Apple dalla fruizione.

La società, quindi, non ha stretto accordi con nessuna casa discografica. Non sarà possibile, almeno al momento, cercare in un catalogo un brano non posseduto dall’utente. L’unica funzione aggiuntiva è una sorta di genius che compila delle playlist in base alle preferenze. In sostanza al momento da Google tutto fumo e niente arrosto.

Ora la parola passa ad Apple.

Join the Conversation

2 Comments

  1. Ciao, posso farti una domanda fuori argomento? Io ho comprato da poco un macbook pro e utilizzando Office per Mac su word ho notato che non c’è il sunto automatico, funzione che io utilizzo spesso…. Conosci per caso un’alternativa? Maari un programmino che fa solo quello… Grazie…

Leave a comment

Cosa ne pensi?