Gli hacker Anonymous prendono di mira anche Apple

Può un attacco alla sicurezza avere un fine di libertà? Il gruppo di hacker Anonymous crede di si e hanno attuato degli attacchi ai server delle maggiori società del mondo nel nome della libertà. Anche Apple è finita nel loro mirino ma con attacchi molto lievi perchè, come dichiarano, sono occupati altrove.

Non si sa, al momento, se in realtà gli attacchi sono stati lievi perchè non sono riusciti a scalfire il sistema di sicurezza di Apple. Al momento il bottino sarebbero solo alcuni dati di login criptati, quindi inservibili, estratti nella sezione dei sondaggi di feedback del sito della società.

Gli attacchi di Anonymous sono effettuati con il progetto AntiSec che ha preso di mira altre società. Uno dei gruppo degli attacchi, il LulzSec, si è dovuto sciogliere a seguito dei danni provocati a Sony.

[via electronista]

  • Luca

    Sinceramente avrei preferito che l’azione di Anonymous o di LulzSec avesse avuto luogo nei classici “convegni di hackeraggio” noti al pubblico, nei quali si producono attacchi in maniera esplicita a questo o a quel protocollo di sicurezza / sistema operativo / hardware, con la conseguente comunicazione al produttore delle falle di sicurezza rilevate. E, magari, due soldi per aver vinto la competizione.

    Le attuali metodologie scelte da questi due gruppi, invece, sono comprensibilmente fonte di grande preoccupazione. Non riesco a giustificare il mezzo per ottenere “la libertà”. Libertà da cosa? Capisco il desiderio di spingere le aziende colpite ad adottare sistemi di sicurezza molto più validi. Ma, mi perdonerete, non riesco a vedere Anonymous e simili come dei benefattori. Soprattutto quando hanno tra le mani i dati sensibili e/o i login di ignari utenti e, peggio che mai, li pubblicano (vedi LulzSec via Twitter, username+pwd di svariati account di posta elettronica).

  • Sabato83

    Concordo pienamente con Luca. Per me non ha alcun senso fare ciò che fanno e spacciarsi per paladini della libertà. Ma che paladino sei se entri e freghi i miei dati. Quando ce li avrai tra le mani, io come faccio a sapere cosa ne farai? Altro che libertà. Andrebbero arrestati.

    Pensassero ad utilizzare le loro qualità per fare cose utili.