Apple ha appena reso disponibile la beta di iCloud per gli sviluppatori. All’interno, dopo esservi loggati nella finestra a forma di badge, troverete 5 applicazioni: Mail per la posta elettronica; Contatti per la propria rubrica; Calendario per gli appuntamenti; Find my iPhone per trovare il telefono perduto e iWork per la condivisione dei file creati con la suite iWork.

Questa schermata sarà ampliata con tanti altri servizi. Al momento non c’è iDisk per salvare file on line, chissà se la società attiverà di nuovo questo servizio. Intanto arrivano i prezzi italiani per lo spazio aggiuntivo.

Apple, infatti, mette a disposizione 5 GB gratuitamente per ogni utente. In aggiunta si può comprare 10 GB per 16 € l’anno, 20 GB per 32 € o 50 GB per 80 € annui.

Lo spazio sarà usato per salvare i documenti in iOS e i file di backup.

Join the Conversation

3 Comments

  1. Dopo avergli salvato il c__lo per anni quando le macchine apple le comperavano solo i professionisti della grafica e del video ora ci tolgono tutte quelle cose che venivano usate principalmente dai professionisti.
    Personalmente utilizzo l’iDisk ora chiamato mobileme e domani nella sua versione sfigata chiamato iCloud da una vita e adesso mi tocca trovare una soluzione alternativa ad un sistema che mi permetteva di avere sempre con me tutta l’amministrazione della mia attività e tutti i documenti utili ovunque mi trovassi nel mondo. Dopo la beffa del Final cut dei poveri anche la fine di un sistema di gestione FTP che non ti chiedeva di essere un genio dell’informatica ma solo di gestire un disco online come una normale chiavetta USB. Per non parlare del fatto che senza nessuna conoscienza di HTML e soci ho il mio sito li da circa 8 anni con aggiornamenti senza sforzo e senza pensieri.
    Caro mio la società non attiverà proprio una beata f__a dato che qualsiasi cosa è fatta, o sfatta, per dare servizi mediocri a una valanga di iPhone User mediocri. E così bye bye all’idisk al sito web gestito su server Apple e all’archiviazione dei propri file per dare spazio a tutti quelli che sebbene abbiano preso un iPhone, la moda del momento, non sanno nulla del mac dell’idisk di iweb ecc… Ma che una volta agganciati con i 5Gb gratuti sperano di fargli spendere i soldini per mettere la musica e le foto al sicuro online e il sottoscritto che da anni paga 75 euro anno per un servizio consolidato si ritrova col culo per terra. Grazie Apple. Massimiliano Sabini – Final Cut Pro Apple Certified Trainer. ( ancora per poco )

    1. Si vede che non hai capito che iCloud (gratuito) serve a mantenere sincronizzati computer/iphone/ipad, non a servire come deposito online dei documenti. Per questo c’è Dropbox no?

  2. Questa è una beta potrebbero aggiungerla..
    E Cmq vi faccio notare che tra i prezzi nn c’e un vantaggio, mi spiego..
    Se compro 10 gb oggi e 10 domani o direttamente 20 gb oggi spendo uguale

Leave a comment

Cosa ne pensi?