CarCamp: perchè iOS può aumentare le potenzialità della vostra guida

La bella Riva del Garda ha visto nascere una nuova edizione della Blogfest, l’evento che unisce tutta la blogosfera italiana e tira una linea su ciò che rappresenta l’ecosistema del web, le tendenze e molto altro. Nel viaggio da Milano a Riva del Garda, e nei trasporti interni da e per la stazione, FIAT ha messo a disposizione 3 auto Freemont per permettere l’organizzazione del CarCamp, un BarCamp in movimento.

12 blogger hanno potuto scambiare opinioni su alcuni argomenti, con tema centrale le automobili, attraverso una connessione internet tra le autovetture. Avendo avuto l’opportunità di partecipare a questo insieme di presentazioni in movimento, ho tenuto uno speech riguardante l’uso di iOS nell’esperienza di guida.

La mia presentazione è stata costruita su 4 pilastri:

  • Miglioramenti nella guida
  • Nel cercare punti di interesse
  • Nell’interagire con l’esterno
  • Nel parcheggio

Per il primo abbiamo tanti software per la navigazione satellitare, oltre ad applicazioni per verificare la presenza di autovelox, tutor, traffico e altri elementi che possono ottimizzare i tempi di percorrenza e, soprattutto, risolvere il grave problema della virilità dell’uomo sempre poco propenso a chiedere informazioni alle persone del luogo.

Per i punti di interesse abbiamo tante applicazioni per la ricerca di ristoranti, bar, pompe di benzina, alberghi e così via. Potrei fare tanti nomi in proposito, ma sono certo che ognuno di voi abbia sviluppato una simpatia per alcune di quelle presenti nell’enorme catalogo dell’App Store. Applicazioni che aiutano anche a comunicare con l’esterno, come quelle che permettono di sapere se un’auto è rubata, conoscere il proprio conto del Telepass o vedere le segnalazioni degli incidenti.

Una volta arrivati a destinazione, inoltre, il nostro iPhone ci permette di trovare il parcheggio, ricordarci il luogo dove l’auto è stata parcheggiata e calcolare il tempo di scadenza di un eventuale parchimetro. In futuro avremo una integrazione sempre maggiore con i computer di bordo delle auto, sistemi di pagamento NFC per i parcheggi con tempi di sosta certi, integrazione con i sensori di bordo e molto altro. L’iPhone può diventare, così, un buon assistente per migliorare l’esperienza di guida. Ricordate sempre, però, che lo schermo distrae dalla strada, quindi impostate le applicazioni utili prima di partire.

Cosa ne pensi?